Guilhermina Guinle parla dell'importanza della cura della pelle

Uno degli standard di bellezza della tv, Guilhermina Guinle ha avuto un incontro con la colonna e, subito, quello che ha attirato l'attenzione è che il tempo passa e lei rimane bellissima. A 45 anni e con una pelle assassina, l'attrice, che era in onda con la trama “Salva te stesso, chiunque” - che ha interrotto le registrazioni a causa della pandemia di coronavirus -, ha raccontato i piccoli segreti che segue. giorno per stare bene.

“Amo prendere il sole, ma non mi trascuro. Uso la protezione solare tutti i giorni. E ogni volta che posso, quando ho tempo, ricorro a una buona pulizia della pelle, cosa che ho fatto oggi, prima di venire ai Globo Studios. Faccio sessioni laser, fino a tre volte all'anno. Dobbiamo usare la tecnologia a nostro vantaggio. Penso che sia bello invecchiare con l'età che abbiamo ", dice.

E aggiunge: “So che dopo i 40 non avrò più le sembianze di 20. Ma il bello è, appunto, avere una bellezza vera, quella della nostra età, ma ben contata”.

Inutile, l'attrice ha anche detto che quotidianamente non rinuncia a mettere sulla pelle buone creme idratanti e non smette di ingerire le sue vitamine C e D. “Sto sperimentando di tutto, amo testare le novità che arrivano sul mercato. Fotografo i prodotti, parlo con i miei dermatologi di questi lanci, è pazzesco, lo adoro! ”, Dice.

Le abitudini cambiano a tavola

Ma non è solo la pelle a cui l'attrice si prende cura. Anche con il cibo, tanto che, quattro anni fa, ha cambiato il modo di vedere il cibo: ha iniziato a mangiare più verdure, succhi e tagliare gli eccessi durante i pasti.

“Ho cambiato molto la mia coscienza in relazione al cibo. Mi è sempre piaciuto e amo ancora mangiare. Prima mangiavo qualunque cosa, non mi fermavo a pensare a cosa mettevo nel piatto. Non per niente il mio soprannome è bocca nervosa (ride). Tuttavia, quattro anni fa ho iniziato a vedere quanto sia importante per noi essere consapevoli del cibo. Credo che alcune malattie che abbiamo non siano solo per ragioni genetiche. È anche a causa di ciò che mangiamo e del nostro stile di vita. Letteralmente, siamo ciò che mangiamo ”, sottolinea.

Maternità

Madre di Minna, sei anni, frutto della sua relazione con l'avvocato Leonardo Antonelli, fratello dell'attrice Giovanna Antonelli, Guilhermina racconta che la vita è cambiata dopo la nascita della figlia.

“Tutto cambia e diventa più significativo. E sono stato molto fortunato perché ho potuto godermi molto mia figlia, fino a quando avevo due anni. Sono rimasto molto a casa con lei. Sono riuscito a conciliarmi bene con il lavoro. Ed è stato meraviglioso, sono stato fortunato. È stato un periodo della mia vita che non torna e sono contento di essermi divertito davvero. Mi ci è voluto molto tempo per avere un figlio, avevo quasi 40 anni. Ma tutto ha il suo tempo. È stato meraviglioso godersi questo momento di Minna. E mi diverto ancora molto ”, dice.

Con l'interruzione delle registrazioni di “Salve-se Quem Puder” - nessuna data per il ritorno a causa dei casi di Covid-19 -, l'attrice afferma che dare vita al villain Dominique Machado è qualcosa di molto piacevole e che ogni attrice sogna di interpretare in tv.

“Fare il cattivo è una delizia! Parliamo e facciamo cose che non faremmo mai nella nostra vita quotidiana (ride). Ed è molto malvagia. Non voleva sposarsi, avere figli, ha investito nella professione. È una donna moderna, che sceglie di valorizzare la professione. Ho sempre voluto guadagnare soldi e fare giustizia, ma grazie ai soldi. È capace di tutto per raggiungere i suoi obiettivi ”, spiega.

Ironia della sorte, in casa l'attrice parla molto del personaggio con il marito Leonardo, anche lui avvocato.

"Questo è pazzesco. Quando mi hanno chiesto di vivere a Dominique e mi hanno detto che sarebbe stata un avvocato, non potevo crederci perché sono sposato con un avvocato. Quando ho una domanda mi rivolgo a lui per aiutarmi. È tutto a casa (ride) ”, conclude.

DI MÁRCIO GOMES

Leggi anche: Dandara Mariana aderisce alla cara tecnica del famoso per perdere peso

Marcio Gomes

L'artista di Rio de Janeiro Márcio Gomes è appassionato di giornalismo, tanto da sceglierlo come professione. Ha visitato diverse redazioni, è stato corrispondente estero per i titoli dell'Editora Impala de Portugal ed editore della rivista deBORDO. Ha scritto per diverse pubblicazioni come Capricho, Manchete, Desfile, Todateen, Selections, Agência Estado / Estadão e altri. Márcio è “così” con le celebrità, e ora ogni settimana invita uno di loro a raccontare i suoi segreti di salute e bellezza, quelli che anche noi, poveri mortali, possiamo adottare.