7 consigli per goderti una buona notte di sonno

Dormire bene è fondamentale per conservare la memoria e consolidare quanto visto durante la giornata. Una buona notte di sonno ci prepara anche per le faccende di un nuovo giorno.

Tuttavia, è un dato di fatto che molte persone hanno difficoltà a dormire bene la notte. Ti presentiamo 7 suggerimenti non così ovvi per non far parte di questo gruppo.

1. Aggiorna la memoria

I cattivi schemi di sonno sono spesso evidenti. Ma un altro chiaro segno che non ti stai godendo un buon riposo notturno è l'oblio. Se vai dal medico e ti lamenti che spesso dimentichi il nome del gatto o che hai già dimenticato due volte il programma del dentista, questi sintomi possono essere attribuiti a un processo di invecchiamento generalizzato. È improbabile che ti venga chiesto se hai dormito bene. Tuttavia, la ricerca ha dimostrato che la quantità e la qualità del sonno influiscono in modo significativo sulla memoria. In particolare il tipo che ci aiuta a ricordare fatti ed eventi. Quindi, considera la possibilità che i cattivi schemi di sonno siano alla radice della tua perdita di memoria. Il tuo medico potrebbe essere in grado di offrire indicazioni su come ottenere una buona notte di sonno.

Prova questi suggerimenti per migliorare la tua memoria. Potrebbe essere più facile di quanto pensi.

2. Usa piante

Tutti i sonniferi hanno effetti collaterali e molti creano dipendenza. Quindi, finisci per non riuscire a dormire senza di loro e hai bisogno di dosi sempre più alte per ottenere qualche risultato. Inoltre, possono anche lasciarti intontito la mattina successiva invece che rinfrescato. Quindi, prima di optare per questa drastica opzione, prova alcune delle soluzioni a base di erbe disponibili sul mercato. Cerca integratori alimentari che contengano valeriana . Questa erba è tradizionalmente utilizzata per rilassarsi e migliorare la qualità del sonno. Sebbene sia improbabile che offra una soluzione "istantanea" ai tuoi problemi. Devi prenderlo per un massimo di tre settimane prima di iniziare a notare un effetto.

Puoi anche provare la camomilla prima di coricarti. La camomilla, come la valeriana, è stata usata per secoli per calmare i nervi e favorire un sonno ristoratore. Lo stesso vale per la lavanda . Prova a spargere dei fiori, secchi o freschi, o qualche goccia di olio essenziale sotto il cuscino. Oppure aggiungine un po 'all'acqua del tuo bagno notturno.

Se pensi che il problema principale che interferisce con il tuo sonno sia l' ansia , abbiamo alcuni consigli per te.

3. Prepara un tè alla lattuga

Lessare tre o quattro foglie grandi di lattuga in circa 200 ml di acqua per 15 minuti, a fuoco basso. Togliete dal fuoco, aggiungete due rametti di menta, lasciate in infusione qualche minuto e filtrate. Bevi la miscela appena prima di coricarti. Nota che per preparare il tè puoi usare qualsiasi tipo di lattuga. L'infuso funziona perché la lattuga contiene una sostanza chiamata lectucarium che agisce sul cervello in modo simile all'oppio.

La natura è un potente alleato. Scopri i vari tipi di tè e cosa possono fare per te.

4. Prova il tacchino, il pollo o la banana

Mangia tacchino o pollo, carni che contengono alti livelli di triptofano, un amminoacido che induce sonnolenza, uno dei motivi per cui potresti sentirti assonnato dopo un'abbondante cena di Natale. Le banane contengono anche molto triptofano e sono quindi ideali per uno spuntino serale.

5. Dai un'occhiata ai tuoi rimedi

I medici dovrebbero sempre chiederti quali farmaci stai assumendo durante il consulto, ma potrebbero avere così poco tempo da dimenticare quel dettaglio. Se stai consultando per l'insonnia, potresti non pensare nemmeno di associare questo disturbo a uno dei tuoi farmaci. Tuttavia, molti farmaci possono interferire con il sonno. Tra questi ci sono beta-bloccanti, farmaci per la tiroide, decongestionanti, alcuni antidepressivi, corticosteroidi e farmaci a base di caffeina, come antidolorifici venduti senza prescrizione medica, sciroppi e influenza. Quindi, se vai dal medico per lamentarti dell'insonnia, fai un elenco di tutto ciò che hai assunto o che hai assunto di recente e dei loro dosaggi, compresi gli integratori a base di erbe e dietetici.

6. Prendi una vitamina

Di solito vai a letto esausto e pronto per otto ore di sonno profondo, ma non appena inizi ad addormentarti, le tue gambe si muovono bruscamente e sei di nuovo sveglio, più volte durante la notte. In tal caso, potresti soffrire di sindrome delle gambe senza riposo e la risposta al tuo schema di sonno scarso può essere semplice come prendere un integratore vitaminico. In uno studio, i ricercatori hanno scoperto che le donne che soffrivano di sindrome delle gambe senza riposo erano spesso carenti di acido folico, una forma di vitamina B 9essenziale per il corretto funzionamento del cervello e dei nervi. I sintomi sono migliorati quando queste donne hanno assunto una dose di acido folico. Quindi, prova a prendere un supplemento giornaliero di 400 mcg di acido folico e 50 mg di complesso B, al fine di ripristinare l'equilibrio della vitamina B nel corpo.

Vitamine: cosa ne sai di loro? Metti alla prova le tue conoscenze in questo quiz.

7. Esercizio al momento giusto

È stato dimostrato che un esercizio leggero, come 30 minuti di cammino, ad esempio, può essere la soluzione per un sonno più tranquillo. Ma anche il momento in cui ti alleni è importante. L'esercizio è stimolante, quindi non è qualcosa che dovresti fare prima di andare a letto. Pianifica invece di fare esercizio al calar della notte, da 4 a 6 ore prima di andare a letto. Questo è il tempo che impiega il tuo metabolismo e la temperatura corporea a scendere dopo l'esercizio, lasciandoti pronto per addormentarti.

Ora puoi goderti tutti i benefici di una buona notte di sonno !!