Hai mal di schiena o no?

Innanzitutto, chiariamolo: crase non è il segno grafico sulla lettera A. Questo è l'accento grave. Crase è “la fusione o contrazione di due vocali, una finale e una iniziale, in parole unite dal senso”, secondo il Dizionario Houaiss, ed è indicato dall'accento grave (`) .

La massima è:

Crase è un fatto linguistico che accade spontaneamente e non dipende da noi.

Quante volte ti sei chiesto: "Um ... c'è un crase qui?" Forse questo è il più misterioso dei misteriosi soggetti della lingua portoghese. Ma in effetti, non è così difficile. Leggi anche le spiegazioni per le difficoltà nella lingua portoghese.

Facciamo un esercizio di fantasia: formiamo una frase con go - beach - fridays.

Forse avete pensato di "andare al mare il venerdì", o forse non ti piace la spiaggia che tanto e subito pensato di "andare al museo su domenica".

Notare che il crase è apparso solo nel primo caso, perché si trova SOLO prima delle parole FEMMINILI determinate dall'articolo a (s).

Questo perché il crase è la fusione di due lettere A: la prima arriva con il verbo: chi va da qualche parte; il secondo è accompagnato dal sostantivo praia, dopotutto sono “la spiaggia” e “il museo”.

Ricordando: per avere un crase abbiamo bisogno di due lettere A (vedremo più avanti con i pronomi dimostrativi):


A - preposizione + A (S) - articolo determinativo


Ma cos'è una preposizione ?

Nel Dizionario Aurélio abbiamo: "parola grammaticale, invariabile che collega due elementi di una frase, stabilendo una relazione tra loro." Semplice!

In totale ci sono 18 preposizioni, ma non allarmatevi, ci servirà solo la prima: “A” .

E l' articolo ?

Nella stessa fonte, troviamo: "sottocategoria di determinanti del nome (in portoghese, è sempre posto prima del sostantivo) - definito e indefinito."

Poiché abbiamo bisogno della lettera A , ci limiteremo solo ai pronomi definiti femminili, che sono a e as .

Ora, dopo queste spiegazioni, andiamo a fare pratica con altri esempi.

1. Dove l'accento grave non è usato perché non è maiuscolo:

- "Non guarda i film del terrore".

Non c'è niente di strano perché i film sono una parola maschile e sono plurali. Questo LA è una preposizione del set da guardare.

- "Hanno iniziato a litigare ."

- "Lascio il lavoro a dalle 17h."

Non c'è niente di stupido perché discutere e rompere sono verbi, A è una preposizione e non c'è articolo prima di un verbo.

- "Educazione a distanza"

Sebbene ci sembri strano nel discorso a distanza , l'accento grave non viene usato quando la distanza pronunciata non è specificata (hanno visto qualcosa muoversi a distanza); deve essere utilizzato se specificato (il cancello era a 4 metri).

2. Apriamo qui parentesi per spiegare un fatto che è facilmente confuso. Ancora!

- DE 17 ore  Le 19 ore - DE ... A è un'espressione che determina la durata, il tempo che ci vorrà per concludere l'evento. Tanto che possiamo pensare: "Wow, tutto questo?"

- DALLE 17:00  ALLE 19:00 - DAS ... ÀS è il periodo di una sessione di cinema, o qualsiasi altro appuntamento che durerà due ore. Guarda come è semplice? La miscela dei due non esiste.

Ricordando che c'è un crase a una del pomeriggio, perché in questo caso "uno" rappresenta il numero 1 e non l'articolo indeterminativo.

3. “Se quando vengo, vengo da

Quando vado, seguo A.

Se quando vengo, vengo DA

Quando vado, per cosa?

Qualcuno sa che questo trova? L'unica cosa difficile è il craseio , che sarebbe più chiaro “metto l'accento serio”, ma sarebbe impossibile rima.

Esempi:

Vengo da Bahia / vado a Bahia.

Vengo da Manaus / vado a Manaus.

Con "Vengo da Rio de Janeiro / Vado a Rio de Janeiro" non c'è modo di crase perché Rio ha il suo nome maschile articolo The .

Solo per curiosità: chi va nel fiume deve bagnarsi o pescare.

“Andremo a Salvador in vacanza” - La città non ha un articolo accanto al suo nome, ma se andiamo a Salvador dal tempo della colonia, l'articolo si riferisce alla città in un determinato periodo.

Esempi:

Vorrei andare  al Salvador del XIX secolo.

Voglio tornare a Parigi negli anni '20 per registrare il film.

Ma attenzione , perché ci sono variazioni regionali. Cioè un carioca, in vacanza, può andare a Recife, ma un Pernambucan che lo riceve può salutarlo: “Benvenuto a Recife”. Trattano come il Recife.

4. L'articolo non precede il nome di una persona, a meno che non ci sia un aggettivo nella formazione della frase, come ad esempio:

"Maria, José e Gesù hanno raccontato le loro storie."

"Ora, la sfortunata Inês de Castro è già morta."

5. Passiamo ai casi in cui l'accento grave è OBBLIGATORIO:

Nella grammatica di Evanildo Bechara troviamo la spiegazione: "quando rappresenta la pura preposizione A che governa un sostantivo femminile al singolare , formando una frase avverbiale che, per chiarezza, è contrassegnata da un accento differenziale": presa con la forza, fucilata a morte , ferito da un coltello, rientrato di notte, lasciato nel pomeriggio, ecc. E a destra, a sinistra, (rovescio), pigramente, al tavolo, alla finestra, in fretta ... e con inchiostro, a penna, a mano, ecc.

Senza l'accento serio sembrerebbe che qualcuno avrebbe ferito il coltello, o girando la destra, potrebbe essere la mano destra, e potrebbe dipingere la mano, la mano stessa.

E quando non c'è niente di semplice:

Non v'è alcun accento grave prima di pronomi personali: lui, lei, noi ... In questi casi c'è solo la preposizione A . E nemmeno in espressioni come faccia a faccia, faccia a faccia, faccia a faccia, perché anche questa è pura preposizione.

6. Restate sintonizzati! Con i pronomi dimostrativi that (s), that (s) e that, quando la preposizione A è fusa con la lettera A all'inizio di questi pronomi. Per esempio:

"Preferisco questa scarpa a quella."

"Siamo andati in quella città insieme."

"Non gli ho dato molta importanza."

"A quello strano ordine, ho rabbrividito."

In caso di dubbio, cambia per questo (es, a, as), questo (es, a, as), questo e quello. Se la A continua nella frase, come questa, questa, è perché la preposizione è indispensabile. Pertanto, gli esempi sopra avranno un accento serio.

7. E infine, A VOLTE QUASI SEMPRE.

Questo è facile. Semplicemente non succede quando agiamo come qualcun altro, quando svolgiamo funzioni che competono con un altro (poco utilizzato, ma esiste), come nell'esempio: “Sofia interpreta il ruolo di direttrice scolastica. Ma solo a volte. "

"A volte vado a due mostre nella stessa settimana."

"In estate, a volte piove nel tardo pomeriggio."

Ricordando che abbiamo bisogno della preposizione A e dell'articolo A (S) . Quindi " le volte in cui prendevi l'ombrello e non pioveva" non può avere neanche un accento serio. In questo caso, abbiamo solo l'articolo.

È così, a volte, siamo in dubbio.

Di Elen Ribera

Elimina i tuoi dubbi sull'uso dei perché dopo aver letto il nostro articolo sull'argomento.