Malattia di Lyme: cause, sintomi, trattamento e prevenzione

La malattia di Lyme è un'infezione batterica trasmessa dalle zecche che causa l'infiammazione delle articolazioni e di altre parti del corpo. Tra i più colpiti dalla malattia ci sono i bambini sotto i 15 anni e gli adulti sopra i 29 anni.

Recentemente, l'incidenza della malattia è raddoppiata negli Stati Uniti, in alcune parti dell'Europa e in alcuni stati del Brasile. Ciò è dovuto all'espansione delle regioni geografiche in cui si possono trovare zecche infettate da Borrelia burgdorferi , mettendo a rischio milioni di persone.

Quali sono le cause della malattia di Lyme?

La malattia di Lyme è causata da un batterio chiamato Borrelia burgdorferi . L'infezione viene trasmessa all'uomo attraverso il morso di zecche infettate da questo batterio. Per trasmettere la malattia, le zecche infette devono rimanere attaccate alla pelle dell'ospite per almeno 36-48 ore.

In Brasile, il principale trasmettitore della malattia di Lyme è il segno di spunta. Poiché questa specie di solito non si trova nei grandi centri urbani, i residenti o i visitatori delle zone rurali e le persone che praticano il turismo ecologico sono i più vulnerabili alla diffusione della malattia di Lyme.

Le posizioni preferite del corpo umano per le zecche sono le ascelle, il cuoio capelluto e l'area inguinale.

Quali sono i sintomi?

All'inizio, una puntura di zecca forma un nodulo duro. Circa il 70-80% delle persone con malattia di Lyme sviluppa un'eruzione cutanea circolare nel sito del morso da 3 a 30 giorni dopo. Man mano che l'eruzione cutanea aumenta, il centro può diventare più chiaro, creando un aspetto "bersaglio".

I sintomi iniziali della malattia di Lyme includono:

  • eruzione cutanea caratteristica
  • febbre
  • Mal di testa
  • brividi
  • dolori muscolari e articolari
  • fatica

Tuttavia, se non trattata, l'infezione può diffondersi causando problemi di salute più gravi. È necessario attendere diverse settimane, mesi o anni prima che compaiano i sintomi di un'infezione cronica più grave, caratterizzata da dolori articolari e manifestazioni neurologiche e cardiache. Le articolazioni grandi sono le più colpite, specialmente le ginocchia. Anche il sistema nervoso può essere colpito, il che provoca al paziente formicolio o intorpidimento alle braccia e alle gambe e talvolta la paralisi di Bell (che colpisce i muscoli facciali).

Come viene fatta la diagnosi?

La malattia di Lyme è difficile da diagnosticare perché i sintomi variano ampiamente da persona a persona e sono molto comuni con altri come l'artrite reumatoide, l'influenza e la meningite.

Il medico cerca quindi di determinare se il paziente possa essere stato morso da una zecca, soprattutto nelle aree in cui la malattia è endemica. I test di laboratorio per identificare gli anticorpi prodotti dall'organismo in risposta ai batteri possono essere utilizzati per confermare la diagnosi. Tuttavia, è improbabile che compaiano nei test eseguiti nella prima fase della malattia, essendo più affidabili solo poche settimane dopo un'infezione, poiché il tuo corpo avrà avuto il tempo di sviluppare anticorpi. La persona deve essere malata da più di quattro settimane e non aver assunto antibiotici affinché la reazione all'analisi del sangue sia positiva.

Quali sono i possibili trattamenti?

Se diagnosticata precocemente, la malattia di Lyme è facilmente curabile con antibiotici. Se i sintomi persistono o si ripresentano, devono essere somministrati più antibiotici. Se non trattata, l'infiammazione delle articolazioni può causare danni irreversibili alle ossa e alla cartilagine.

Principali strategie di prevenzione della malattia di Lyme

1. Copri tutto il corpo

Non è necessario percorrere un sentiero di 1,5 km attraverso una foresta per contrarre la malattia di Lyme. La maggior parte dei casi si verifica sulla proprietà della persona o vicino alla sua casa, specialmente nei prati e nelle aree di fitta vegetazione. Nonostante la temperatura, proteggiti con pantaloni lunghi infilati nei calzini, camicie a maniche lunghe e vestiti chiari (ideali per vedere una zecca). Vestirsi in questo modo riduce il rischio di contrarre la malattia di Lyme del 40%.

2. Applicare un repellente sulla pelle e persino sui vestiti

L'uso di un repellente per zecche riduce il rischio di infezione del 20%. I repellenti più efficaci contengono dal 10% al 35% di DEET (dietilmetatoluamide). I prodotti con il 10% di DEET durano circa due ore; ricordarsi di riapplicare il prodotto dopo quel tempo. Non utilizzare repellenti con più del 30% di DEET nei bambini. Se pensi di essere molto esposto alle zecche, oltre ad applicare il repellente DEET su di te, applica il pesticida permetrina, che durerà per diversi lavaggi, sui tuoi vestiti (soprattutto in calzini e pantaloni). Questa combinazione sembra essere la più efficace contro le zecche. Non lasciare mai che la permetrina venga a contatto con la pelle.

3. Controlla ogni giorno la presenza di un segno di spunta su di te

Esamina il tuo corpo per eventuali palline piccole, rotonde o marroni. Non dimenticare di guardare tra le dita dei piedi e all'inguine. Mettiti di fronte a un grande specchio e guarda le tue spalle. Controlla anche il cuoio capelluto. Se vedi un segno di spunta, niente panico. Hai fino a 24 ore per rimuoverlo prima che l'infezione venga trasmessa. Il 96% delle persone che nel frattempo trova un segno di spunta e lo rimuove non è infetto.

4. Conosci i segni della puntura di zecca

Se sei stato morso o sospetti di avere la malattia, consulta un medico per una dose di antibiotici. Gli studi dimostrano che una singola dose di 200 mg di doxiciclina, fino a tre giorni dopo la rimozione della zecca, riduce il rischio della forma grave della malattia dell'87%. Questo trattamento aiuta a prevenire l'infezione, ma alcuni esperti raccomandano un trattamento a lungo termine anche se la potenziale infezione viene diagnosticata precocemente.