Russare è normale? Vedi le principali cause e trattamenti

Russare è normale? Nonostante sia un fastidio, soprattutto per chi ti sta accanto, russare è normale. Il rumore che proviene dalle vie aeree può essere considerato una malattia solo se è molto forte o è correlato all'interruzione della respirazione.

Purtroppo, il russare e le difficoltà respiratorie notturne ad esso associate raramente possono essere curati definitivamente solo con farmaci o cambiamenti di abitudine. E in questi casi entrano in gioco cure mediche e interventi chirurgici.

Quali sono le cause del russare?

Durante il giorno, circa 20 muscoli mantengono libere le vie aeree. Di notte, alcuni di questi muscoli si rilassano, portando in alcuni casi a un restringimento delle vie aeree. Di conseguenza, si respira inconsciamente più forte, per far passare attraverso i polmoni lo stesso volume d'aria che durante il giorno.

Allo stesso tempo, di notte, il palato molle si rilassa. Quando l'aria lo attraversa con maggiore forza, lo fa vibrare. Tali vibrazioni vengono udite come russare. Altri fattori influenzano le vie aeree, contribuendo alla comparsa del russare e al suo volume. Sono loro:

  • la regione della base della lingua si allontana verso la faringe;
  • la mascella inferiore affonda all'indietro (quando si dorme sulla schiena);
  • aumento delle dimensioni o gonfiore delle tonsille (tonsille);
  • gonfiore delle mucose della bocca e della faringe causato da allergia;
  • naso sempre congestionato, causato, ad esempio, da deformità del setto nasale;
  • la corizza o la sinusite impediscono all'aria di entrare nel naso rendendo possibile la respirazione solo attraverso la bocca;
  • un tumore al collo o alla faringe ostruisce le vie aeree.

Pronto soccorso per chi russa

La maggior parte delle seguenti procedure mirano a stabilizzare la lingua, il palato molle e l'ugola per evitare restrizioni alla respirazione del paziente. Di conseguenza, il rumore del russamento non viene prodotto o almeno viene ridotto di intensità. A seconda della causa, la maggior parte delle misure descritte per trattare il russare con o senza apnea sono interessanti.

Clip nasale

Questo dispositivo magnetico è molto semplice da usare, basta regolare la cartilagine che separa una narice dall'altra. Il suo obiettivo è promuovere la dilatazione delle vie aeree e migliorare la respirazione. Inoltre, a differenza dell'adesivo nasale, la clip è più economica, in quanto può essere riutilizzata; basta disinfettarlo dopo l'uso.

Cerotto nasale

I cerotti oi nastri nasali sono stabilizzati da una striscia di plastica flessibile. Sono progettati per essere incollati all'esterno del naso sopra il ponte nasale. Il rinforzo in plastica tira delicatamente verso l'alto i lembi nasali, aprendo le vie nasali e aumentando l'ingresso dell'aria attraverso le narici. Quando la respirazione attraverso il naso non è più ostacolata, il russare non viene prodotto, poiché il palato non vibra così forte come quando si respira attraverso la bocca.

Rispetto ad altri metodi, i cerotti nasali sono abbastanza semplici da applicare, ma non sono efficaci per tutti. I pazienti con apnea, in particolare, dovrebbero optare per altre terapie.

Maschere respiratorie

Per la sindrome da apnea notturna caratteristica, il trattamento migliore e più efficace

il più comune è l'uso di maschere respiratorie. Genera una leggera pressione positiva (iperventilazione) nel naso e fornisce stabilità alla parte superiore delle vie aeree dall'interno, mantenendole libere. Pertanto, la respirazione non è ostruita e l'apnea non si verifica.

Sebbene questa terapia sia efficace, molti pazienti hanno difficoltà con il metodo. Questo perché è necessario utilizzare la maschera tutte le sere, il che provoca grande disagio, portando alcuni pazienti a rinunciare e ad interrompere il trattamento.

Interventi contro il russare

Russare è normale, ma se il russare è causato da cambiamenti o disturbi fisiologici sottostanti, gli interventi chirurgici sono possibili alternative di trattamento. Il miglior professionista a cui rivolgersi è l'otorinolaringoiatra o, eventualmente, un chirurgo maxillo-facciale.

Misure chirurgiche nella mascella

L'apnea notturna può essere esacerbata da caratteristiche anatomiche del viso, come un innato accorciamento mascellare. Di solito, la mascella si muove all'indietro quando dormiamo sulla schiena ei muscoli del viso e del collo si rilassano. Ma quando c'è un accorciamento della mascella, funziona come un blocco meccanico, con riduzione della faringe e respirazione alterata. Mediante un intervento chirurgico viene corretta la posizione della mandibola. In molti casi, questa terapia chirurgica elimina il russare.

Interventi chirurgici al naso e alle cavità nasali

Se i cambiamenti nel naso o nelle cavità nasali sono la causa dell'apnea notturna, la chirurgia può aiutare a facilitare la respirazione. Le correzioni del setto nasale deviato e la rimozione di polipi o plastiche nelle narici sono, ad esempio, tra le procedure eseguite. Dopo questo intervento, le persone che avevano un naso stretto o scarsamente ventilato sentono di poter respirare più liberamente. Questo può rallentare il russare e portare a una migliore ossigenazione.

Rimozione delle tonsille (tonsillectomia)

Le tonsille (o tonsille) possono aumentare di dimensioni a causa di processi infiammatori ricorrenti. Di conseguenza comprimono la faringe, favorendo il russare. In questi casi, diventa necessaria la rimozione delle tonsille.

Tutti gli interventi chirurgici comportano un rischio di complicanze maggiore rispetto a qualsiasi altro metodo di trattamento. Solo uno specialista può decidere se è necessario un intervento chirurgico.

A quanto pare, alcuni medici eseguono interventi chirurgici in modo frettoloso. Pertanto, in caso di dubbio, è consigliabile chiedere una seconda o terza opinione sulla necessità di un intervento chirurgico in centri del sonno specializzati. Così è possibile trovare ancora un'altra alternativa non chirurgica che raggiunge risultati altrettanto efficaci.