Tendinite o borsite? Guarda le differenze e come trattarle

Se il corpo umano fosse un burattino, i tendini sarebbero le corde. Queste strutture collegano i muscoli alle ossa, consentendo al corpo di muoversi quando i muscoli si contraggono. Ecco come identificare i problemi più comuni (tendiniti e borsiti) e cosa fare per sbarazzarsi del dolore:

Qual è la differenza?

Nel linguaggio popolare, il dolore ai tendini è chiamato tendinite (definita come infiammazione di un tendine). Tuttavia, il problema più comune con i tendini non è solo causato dall'infiammazione: si tratta di lesioni da uso eccessivo, che coinvolgono la degenerazione dei tessuti e il gonfiore legati alla ritenzione idrica, e il termine clinico preferito è "tendinopatia".

Vicino ai tendini ci sono le borse, cuscinetti riempiti di liquido che consentono uno scorrimento regolare dove i tendini e le altre parti in movimento avrebbero contatto con le ossa. Quando c'è un'infiammazione della borsa, una malattia chiamata "borsite", la sensazione può essere simile a quella della tendinopatia, con gonfiore e dolore localizzato.

In generale, i problemi ai tendini causano dolore solo durante il movimento, ma la borsite può ferire anche a riposo.

Quali sono le cause?

Chiunque può soffrire di queste malattie, ma il rischio aumenta con l'età. La causa principale di borsite e tendinopatia è lo stress ripetitivo. Possono essere causati da cattive abitudini posturali, dall'uso di strumenti per ore o dallo stringere la mano sul volante durante la guida. Chi ripete gli stessi movimenti è costantemente a maggior rischio.

Se il tuo lavoro o hobby contribuisce al problema, il fisioterapista può suggerire aggiustamenti agli strumenti, al posto di lavoro o al posizionamento del corpo.

Le zone più colpite sono spalle, gomiti, polsi, fianchi, ginocchia e caviglie. A differenza dell'artrite, nella maggior parte dei casi la tendinopatia e la borsite migliorano.

Come trattare

Per accelerare la guarigione, è necessario "ridurre l'attività dell'area interessata a un livello che non irriti troppo il tendine", afferma il dottor Seth O'Neill, fisioterapista affiliato alla Chartered Society of Physiotherapy nel Regno Unito. "Tuttavia, il riposo totale non è l'ideale perché, come i muscoli, i tendini si indeboliscono con il riposo in eccesso".

Una regola pratica: se un movimento provoca dolore e gonfiore prolungato, ridurlo fino a quando il dolore è tollerabile. È anche possibile applicare ghiaccio sulla zona per i primi giorni e assumere antinfiammatori. Se il dolore non si attenua in un mese o due, consultare un medico. A lungo termine, tendinopatia e borsite possono richiedere terapia fisica; supporto fisico (bastone, stecca o dispositivo); e, nei casi più gravi, la chirurgia.

Di SAMANTHA RIDEOUT