Lenti a contatto dentali: tutto quello che c'è da sapere sulla tecnica

Hai mai sentito parlare di lenti a contatto ... dentali? La procedura è nuova per alcune persone, ma è già molto richiesta negli studi dentistici. Molte celebrità hanno anche aderito alla nuova moda.

Prima di partecipare a una procedura cosmetica dentale, è necessario consultare un dentista specializzato per analizzare il caso.

Capiamo un po 'di più su questa nuova modalità estetica per i denti!

Cos'è la lente a contatto dentale?

La lente a contatto dentale è una lama molto sottile, ma abbastanza spessa da essere posizionata sulla superficie esterna del dente. Poiché è così sottile, assomiglia alle lenti a contatto oculari. Pertanto, il riferimento al nome.

Quando è indicato?

La lente è indicata quando il paziente non vuole sottoporsi a un lungo trattamento ortodontico.

Viene utilizzato per correggere piccole imperfezioni estetiche, come posizionamento, forma, volume, consistenza o colore dei denti. Pertanto, non è necessario posizionarlo su tutti i denti.

Tuttavia, il paziente deve sottoporsi a esami approfonditi per rilevare se è necessario un ulteriore trattamento.

La procedura non è indicata quando il paziente ha molti restauri sui denti o soffre di bruxismo. In questo caso, è preferibile che il dentista cambi trattamento per migliorare l'estetica orale del paziente.

Com'è fatto l'obiettivo?

Esistono due tipi di lenti a contatto: quelle fatte di resina o faccette di porcellana. La scelta del materiale dipenderà dagli obiettivi del paziente.

Dopo che il dentista ha valutato se questa procedura è la più adatta per il paziente, è necessario un lavoro estetico approfondito. È necessario analizzare la forma e il colore migliori delle lenti, che si adattano al viso, alle labbra e alla personalità del paziente.

  • Anteprima dei risultati

Se il paziente ha dubbi sull'opportunità di seguire o meno la procedura, può richiedere una “anteprima” dei risultati.

Quindi, una resina bisacrilica viene applicata sui denti naturali, che dura circa due giorni. Pertanto, il paziente può adattarsi a una nuova realtà e decidere se è disposto a investire in lenti permanenti.

  • Preparazione dei denti

Dopo che il paziente e il dentista sono d'accordo sull'intera estetica del dente (forma, consistenza, colore), è necessario indossare i denti per posizionare le lenti.

  • Produzione e posizionamento

Una telecamera 3D scansiona l'estensione della bocca del paziente e disegna il nuovo sorriso sul computer. Dopo questo processo, è possibile modellare i denti manualmente o, nei casi più avanzati, una stampante 3D può produrre la lente.

Il posizionamento avviene tramite un adesivo liquido ed è essenziale che le lenti siano della dimensione e della spaziatura ideali.

Sono necessarie almeno 3 sessioni per regolare i dettagli della lente e completare il posizionamento.

Quanto dura l'obiettivo?

L'obiettivo può durare tra 5 e 10 anni, quindi deve essere sostituito. Tuttavia, possono essere sostituiti prima, nel caso in cui ci sia un problema come la retrazione gengivale (cioè, le gengive si sollevano) o il fallimento nella cementazione o persino nell'adattamento del paziente.

Non è possibile rimuovere la lente, poiché i denti sono usurati per il posizionamento.