Barre di accesso: scopri i vantaggi di questo strumento terapeutico

Presente in più di 170 paesi, lo strumento Access Bars è un modello di terapia che ha aiutato molte persone. Il suo obiettivo è, attraverso stimoli in punti specifici della testa, dissipare i problemi legati al comportamento umano.

Questo strumento è stato creato nel 1990 dal nordamericano Gary Douglas e sta guadagnando sostenitori e facilitatori (professionisti del settore) in tutto il mondo. I suoi risultati sono simili a quelli della meditazione, poiché ottengono una diminuzione dell'elaborazione cerebrale durante la sessione.

Barre di accesso in dettaglio

Secondo gli esperti, ci sono 32 punti energetici situati nella testa che sono direttamente collegati alle nostre emozioni, convinzioni, comportamenti, idee ecc. Questi punti sono chiamati barre e possono essere spostati al tocco.

Durante una sessione di Access Bar, questi punti vengono delicatamente premuti dai facilitatori al fine di "eliminare" le emozioni che stanno influenzando negativamente. Pertanto, si lavora su modelli comportamentali, convinzioni limitanti, paure, ansia, ecc.

Queste barre sono come depositari di tutte le esperienze che abbiamo nella vita. Ricordi, idee, certezze, traumi ... tutto ciò che ci rende ciò che siamo e influenza le nostre scelte quotidiane. Ma alcune di queste emozioni possono essere limitanti. Pertanto, la manipolazione tramite questo strumento può essere una soluzione praticabile.

I 32 punti sono distribuiti nella regione della testa. Quando viene premuto, si elaborano le emozioni relative a ciascun punto. Cioè, la frequenza cerebrale diminuisce e ciò che blocca, limita o sconvolge la vita del praticante viene cancellato.

Questo processo cerca di espandere la consapevolezza, lasciare che la persona sia in grado di ricevere nuovi stimoli ed esperienze che la vita può fornire. Smette di rivivere tutto ciò che di brutto è legato al passato e inizia a vivere il presente; senza proiezioni del passato nel futuro.

Come viene applicato lo strumento

Per essere un facilitatore, è necessario seguire un corso professionale. Chiunque può apprendere e applicare lo strumento, adulti, giovani, anziani o donne in gravidanza. Non ci sono restrizioni.

Tuttavia, anche imparando la corretta stimolazione delle barre di accesso, l'autoapplicazione non è consigliata. È obbligatorio cercare un altro professionista della zona per eseguire la terapia. Ogni sessione può richiedere circa 1 ora e può essere eseguita una volta alla settimana o tutte le volte necessarie.

Per realizzare la barra di accesso è sufficiente un punto in cui sdraiarsi e il facilitatore ha accesso a tutti i punti della testa. La struttura è semplice e l'importante è che il praticante stia bene.

Quali sono i risultati

Non ci sono prove che la terapia tramite Access Bars abbia risultati per tutti i professionisti. Tuttavia, gli studiosi della materia hanno effettuato diversi test che hanno confermato l'intervento del tatto nelle attività cerebrali.

Analizzando gli esami dell'elettroencefalogramma, prima e dopo le sedute, è stato possibile identificare una notevole diminuzione delle attività cerebrali. Principalmente nelle aree di focalizzazione, concentrazione e attenzione; effetto che si osserva anche nei praticanti avanzati di meditazione.

Diminuendo la velocità di elaborazione del cervello, i punti lavorati vengono "risolti". Pertanto, il praticante è pronto ad assorbire nuove esperienze. Tuttavia, vale la pena ricordare che i risultati possono variare da persona a persona.

Di Thaís Garcez