Anvisa vieta la vendita di ivermectina senza prescrizione medica; vedere gli effetti negativi

Il 24 luglio, l'Agenzia nazionale di sorveglianza sanitaria (Anvisa) ha pubblicato nuove norme che vietano la vendita di alcuni farmaci da banco. Tra questi, l' ivermectina e altri più noti, come la clorochina e l'idrossiclorochina.

Secondo Anvisa, il provvedimento mira a impedire l'acquisto improprio di questi farmaci nelle farmacie. I farmaci sono stati pubblicizzati come potenzialmente benefici contro il coronavirus, sebbene non ci siano ricerche scientifiche conclusive per dimostrare l'efficacia di questi farmaci.

L'ivermectina, ad esempio, fa parte del gruppo dei farmaci antiparassitari. Studi di laboratorio hanno dimostrato che il suo utilizzo è risultato positivo nell'inibire la replicazione di Sars-CoV-2, ma il test deve ancora essere eseguito sugli esseri umani.

Cos'è l'ivermectina?

L'ivermectina combatte l'azione di vermi e parassiti come i nematodi, in particolare Strongyloides stercoralis ; e alcuni tipi di acari.

A cosa serve l'ivermectina?

Il farmaco deve essere utilizzato su prescrizione medica. Ma è necessario usarlo correttamente e nella giusta dose per un certo periodo di tempo.

L'ivermectina può essere utilizzata in caso di:

  • Strongyloidiasis intestinale , infezione causata da Strongyloides stercoralis;
  • Oncocercosi , infezione causata dal parassita Onchocerca volvulus;
  • Elefantiasi (filariosi), causata dai parassiti Wuchereria bancrofti , Brugia malayi e Brugia timori;
  • Nematodi (ascariasis), causato dal parassita Ascaris lumbricoides ;
  • Scabbia (scabbia), causata dall'acaro Sarcoptes scabiei ;
  • Pidocchi (pediculosi), causati dal Pediculus humanus capitis aracus .

Il farmaco può ancora essere utilizzato in cure dermatologiche e, in altre occasioni, anche per uso veterinario .

Controindicazioni

Il farmaco non può essere utilizzato se persone che sono allergiche (o hanno casi nella famiglia di qualcuno che ha avuto una reazione simile) al suo principio attivo o ad alcuni componenti della sua formula . Pertanto, è essenziale consultare un medico prima di utilizzare questo farmaco.

L'ivermectina non deve essere utilizzata anche nei casi di:

  • Meningite o qualsiasi malattia che colpisce il sistema nervoso centrale.
  • Malattie che riducono il sistema di difesa del corpo (AIDS, lupus, cancro, anemia, obesità, tra gli altri).

Effetti avversi dell'ivermectina

L'ivermectina è considerata tollerante, sicura ed efficace , ma alcune persone possono manifestare sintomi temporanei come:

  • Diarrea;
  • Nausea;
  • Dolore addominale;
  • Mancanza di appetito;
  • Freddo;
  • Vomito;
  • Vertigini;
  • Sonnolenza;
  • Vertigine;
  • Tremore;
  • Febbre;
  • Prurito;
  • Lesioni cutanee;
  • Orticaria.

Interazioni farmacologiche

Alcuni farmaci, se associati all'ivermectina, ne riducono l'efficacia. Soprattutto quelli che curano le malattie del Sistema Nervoso Centrale, come i rimedi per l' ansia e l'insonnia .

Pertanto, informa il tuo medico se hai usato sostanze come:

  • Paracetaminofene (paracetamolo);
  • Acido acetilsalisilico (aspirina);
  • Albendazole o Pirantel (vermifughi);
  • Acido valproico (anticonvulsivante);
  • Alcol;
  • Acidi grassi polinsaturi Omega 3;
  • Multivitaminici, Vitamine B, B12, C, D3, K;
  • Difenidramina (antistaminico)

Tra gli altri.


Attenzione:

Per avere la diagnosi corretta dei tuoi sintomi e fare un trattamento efficace e sicuro, chiedi consiglio a un medico o al farmacista.