Che cos'è il diabete, come si manifesta e quali sono i principali sintomi

Il 14 novembre è la Giornata mondiale del diabete dal 1991, su iniziativa dell'Organizzazione mondiale della sanità, che dal 2006 è anche un evento ufficiale delle Nazioni Unite, con campagne in tutto il pianeta per sensibilizzare sul diabete e modi per prevenire la malattia. Dopo tutto, una delle più grandi armi per combatterlo è l'informazione.

Cos'è il diabete?

In poche parole, possiamo dire che il diabete è una sindrome metabolica (per saperne di più leggi: Diabete e sindrome metabolica: qual è il rapporto tra le due condizioni?).

Il diabete è caratterizzato da un eccesso di glucosio (zucchero) nel sangue. Ciò si verifica a causa dell'incapacità del pancreas di produrre correttamente la quantità di insulina necessaria all'organismo e / o quando l'organismo non risponde adeguatamente all'insulina (resistenza all'insulina). È importante chiarire che la resistenza all'insulina non è pre-diabete.

Se non trattato, il diabete può, a lungo termine, portare ad altre complicazioni come malattie cardiovascolari, ictus, malattie renali croniche, ulcere del piede e retinopatia diabetica o addirittura la morte.

Leggi anche: Malattie cardiovascolari e grasso intra-addominale: qual è la connessione?

Come funziona il diabete?

Immagina che il tuo corpo sia una grande città con molte strade, viali e strade. Queste sono le vene e le arterie. Le cellule che fluiscono attraverso questi percorsi sono automobili, che hanno bisogno di carburante per muoversi - nel caso del tuo corpo, il glucosio è quel carburante. Ora immagina che i serbatoi di queste auto siano chiusi e, di conseguenza, il carburante inizi a diffondersi per le strade. È così che funziona il diabete.

Il livello di zucchero nel sangue normalmente oscilla durante il giorno, aumentando dopo i pasti. Nelle persone che non hanno il diabete, queste fluttuazioni cessano, fermandosi a un valore che varia tra 70 e 140 mg / dl. Per una persona con la malattia, tuttavia, i livelli di glucosio aumentano molto presto dopo i pasti e diminuiscono più lentamente man mano che il corpo metabolizza il cibo.

Il glucosio è spesso la causa dei danni del diabete, ma il problema è causato principalmente dall'insulina. È un ormone prodotto dal pancreas ed è responsabile dello "sblocco" delle cellule in modo che il glucosio possa entrare ed essere trasportato dal corpo. Quando il glucosio entra nelle cellule del sangue e lascia il flusso, il livello di glucosio nel sangue (che è il livello di glucosio nel flusso) diminuisce. In quel momento, anche l'insulina diminuisce per non causare ipoglicemia, che è la mancanza di glucosio nel sangue. L'iperglicemia è l'opposto: quando il corpo non è in grado di controllare l'insulina, i livelli di glucosio nella corrente aumentano troppo, il che può causare danni.

Sintomi del diabete:

  • Sentirsi stanco
  • Visite frequenti al bagno
  • Sete insaziabile
  • Attacchi di fame
  • Vista annebbiata
  • Fatica
  • Formicolio alle mani e ai piedi

È importante notare che molte persone con pre-diabete, così come in alcuni casi di diabete di tipo 2, non hanno sintomi. Per questo motivo è importante consultare un medico e tenere aggiornati gli esami.

Fattori di rischio

Di seguito sono riportati i principali fattori di rischio per lo sviluppo della malattia:

  • Età superiore a 45 anni
  • Obesità (scopri come l'obesità causa danni alla salute e vedi come prevenirla)
  • Storia familiare di diabete in parenti di primo grado
  • Ipertensione arteriosa sistemica (controlla 5 passaggi per ridurre la pressione sanguigna alta)
  • Colesterolo HDL inferiore a 35 mg / dl e / o trigliceridi superiore a 250 mg / dl;
  • Precedenti cambiamenti nella regolazione del glucosio

Quali sono i tipi di diabete?

Esistono tre tipi più ricorrenti di diabete: tipo 1, tipo 2 e diabete gestazionale. Il tipo 1 è causato dall'assenza di insulina. Il tipo 2 è l'organismo che, per vari motivi, potrebbe non regolare bene la sua produzione. Quella gestazionale, invece, compare durante la gravidanza e può essere diagnosticata a 22 settimane di gestazione. È causato da una disfunzione nella produzione e nell'azione dell'insulina nel corpo. Il tipo gestazionale tende a scomparire dopo la gravidanza, ma in molti casi è necessario utilizzare l'insulina per controllare la glicemia durante la gravidanza.

Per maggiori dettagli sui tipi di diabete leggi: Diabete: conosci i principali tipi e le loro differenze

Il diabete è una malattia grave, ma può essere controllata. A differenza della maggior parte delle malattie, il diabete è incentrato sul paziente, il che significa che sei tu, non il medico, ad avere il controllo tutto il tempo. Il medico e il nutrizionista ti aiuteranno a formulare un piano per mantenere la glicemia a un livello accettabile, ma è nelle tue mani fare le migliori opzioni alimentari, monitorare i livelli di glucosio e ideare un programma di esercizi a cui puoi attenersi.

Ma non dimenticare che è importante che ci sia un monitoraggio medico costante. Sebbene non esista una cura, è possibile vivere una vita normale con la malattia.