10 diverse abitudini della cultura giapponese che gli anime ci rivelano

Le animazioni giapponesi, o anime, sono in aumento. Soprattutto ora in quarantena, dove molte persone stanno approfittando per cercare nuovo intrattenimento su Netflix e altre piattaforme di streaming . Ma cosa attrae l'interesse per la cultura giapponese, che a prima vista può sembrare così diversa dalla nostra?

Dal 1985, lo Studio Ghibli è un riferimento nella produzione di animazioni giapponesi. Acclamate sia dal pubblico che dalla critica, le animazioni dello studio riportano la delicatezza e l'immaginazione che sembrano sfuggire alla nostra frenesia quotidiana.

Alcuni di questi film, come La città incantata , Il mio amico Totoro e Il racconto della principessa Kaguya, hanno attirato un'attenzione speciale da parte degli spettatori. E così, hanno ulteriormente incoraggiato l'interesse da parte di chi vuole saperne un po 'di più su questa cultura così ricca di tradizioni, storie e (perché no?) Magia.

Quindi, ora dai un'occhiata alle 10 abitudini della cultura giapponese che gli anime ci rivelano e impara a conoscere un po 'di più su questo affascinante paese insulare.

1. Colazione (senza caffè)

Puoi dimenticare il pane e burro francese e quel caffè filtrato al mattino. La tradizionale colazione giapponese, asagohan , consiste in cibi come riso bianco, misoshiru, verdure sott'olio e pesce alla griglia. Fondamentalmente, questa ricca colazione ha gli stessi cibi mangiati a pranzo e cena.

2. Scarpe in casa? Non c'è modo

Le animazioni giapponesi rivelano anche un'altra curiosa abitudine: nessuno entra con le scarpe all'interno della casa. In genere, le case in Giappone hanno una zona d'ingresso con un gradino sotto il livello della casa, appositamente riservato per accogliere le scarpe. Questo spazio si chiama genkan ed è lì che devono restare fino al momento di ripartire.

La questione della pulizia - fisica ed energetica - è molto costosa per i giapponesi. E soprattutto la casa, che è una specie di tempio sacro, deve essere un luogo preservato dalle impurità dell'ambiente esterno.

3. È ora di dormire ... sul pavimento

Può sembrare strano a chi non rinuncia ai letti box king, ma una parte dei giapponesi sceglie di dormire per terra, nei cosiddetti futon . Si tratta di sottili strati di cotone o lana, stesi di notte sotto il tatami.

Il vantaggio dei futon è che dopo l'uso può essere piegato, risparmiando spazio in camera da letto. Inoltre, è anche efficace nel mantenere una corretta postura, evitando così problemi alla colonna vertebrale.

4. Scuole di pulizia

Un'altra abitudine della cultura giapponese molto interessante riguarda la pulizia nelle scuole. Durante gli anni scolastici, bambini e adolescenti partecipano alle attività di pulizia nelle aule, nei bagni e nei corridoi della scuola.

Pertanto, questa abitudine è incorporata nella routine dei bambini, che vengono quotidianamente divisi in gruppi per svolgere i compiti dopo la fine delle lezioni.

In questo modo aumenta il senso di responsabilità e l'apprezzamento del lavoro di gruppo.

5. Nessuna discarica per le strade

In molti luoghi l'assenza di cassonetti potrebbe indicare una maggiore propensione a gettare immondizia per strada. Ma in Giappone no. Fin dalla giovane età, i giapponesi vengono educati a non gettare immondizia sul pavimento. E l'istruzione scolastica influenza molto questa percezione.

Ikigai: scopri il segreto giapponese per vivere più a lungo e più felice!

In questo modo, quando consumano qualcosa per strada, di solito raccolgono la spazzatura e la smaltiscono quando tornano a casa.

6. Auto-domanda della scuola

Nessun popolo sembra essere auto-esigente come i giapponesi. Sono diverse le ricerche che cercano di spiegare le ragioni di questo comportamento, percepito anche nei bambini.

È evidente che la società giapponese è altamente istruita e l'accesso a una buona istruzione è molto più pronunciato che in altri paesi, come il Brasile. Quindi, questo spiegherebbe, in parte, questa maggiore responsabilità in relazione alla formazione stessa.

Un altro problema che non può essere ignorato è la pressione familiare e sociale per entrare nelle università. E, preferibilmente, i migliori, come quello di Tokyo o Kyoto, che hanno requisiti rigorosi.

Un'espressione giapponese tiene conto di questa dimensione: shito goraku . O, in buon portoghese, “passerà chi dorme solo 4 ore al giorno. Coloro che dormono 5 ore falliranno ".

7. Puntualità

Hai mai immaginato di vivere in un paese dove il macchinista che porti al lavoro chiede perdono all'altoparlante per il ritardo? 20 secondi?

La puntualità è anche una caratteristica sorprendente della cultura giapponese che osserviamo facilmente nelle animazioni.

In generale, i giapponesi cercano di arrivare con circa 10 minuti di anticipo al luogo concordato. Dopotutto, il ritardo è considerato un grave difetto, soprattutto in ambito professionale. In questo modo, viene evitato il più possibile.

8. "Silenzio, per favore"

Un'abitudine molto comune in Brasile, parlare al cellulare in pubblico è vista come una grande mancanza di istruzione per i giapponesi. Inoltre, in alcuni luoghi è persino espressamente vietato, come sui treni. E si estende anche all'ascolto di musica senza cuffie o al parlare ad alta voce con qualcuno al tuo fianco.

9. Saluti (niente abbracci!)

Il brasiliano ha la reputazione di essere un paese molto affettuoso. Pertanto, è comune salutarsi a vicenda con baci e abbracci. Ma in molti paesi non è così. E il Giappone è uno di loro.

Nella cultura giapponese, la venerazione orientale, nota come ojigi , è la forma principale di saluto e viene insegnata ai bambini sin dalla tenera età. Oltre a servire come saluto, l' ogigi può anche rappresentare gratitudine, scuse o favore.

Haicai: conosci questo stile di poesia giapponese?

L'ampiezza della curvatura, che può essere 15º, 30º o 45º, ha significati diversi. Ad esempio, se saluti un amico, è normale utilizzare la curvatura di 15º.

Il 30 ° è usato per salutare insegnanti o capi, e il 45 ° per chiedere scusa o salutare l'imperatore.

10. Il rapporto con il denaro

Consegnare il denaro per il pagamento della bolletta direttamente nelle mani del cameriere è molto comune in Brasile e in molti altri paesi occidentali. Tuttavia, questa pratica non è ben considerata in Giappone.

Per questo motivo, tutti i negozi hanno un vassoio davanti alla cassa dove riponi le tue banconote e monete.

Ah! E non pensare nemmeno alle mance. Il lavoro ha una dimensione molto importante in Giappone, e anche se qui in Brasile, è un atto di buona fede premiare il cameriere con un piccolo cambiamento in più, in Giappone è visto come un disonore ... e un'enorme mancanza di istruzione.

Di Julia Monsores