Il vicino non rispetta la legge del silenzio? Sappi cosa fare

Nonostante il buon senso stabilisca le 22:00 come limite di tempo per la "legge del silenzio", qualsiasi rumore eccessivo che comprometta la tranquillità dei residenti è illegale, qualunque sia l'ora del giorno. Tuttavia, prima di qualsiasi tipo di reazione, è consigliabile cercare un'intesa amichevole con il prossimo per evitare che il problema diventi una grande lotta tra le parti e richieda i costi di una soluzione giudiziaria. Pertanto, abbiamo elencato 6 suggerimenti su come agire quando il vicino non rispetta la legge del silenzio.

1.Fai un approccio comune

Puoi parlare con altri vicini che trovano anche il rumore fastidioso e si avvicinano insieme al vicino rumoroso. Se il tuo vicino agisce in modo minaccioso o violento quando cerca di avvicinarsi, segnalalo alla polizia.

2. Utilizzare il liquidatore

Nel caso dei condomini è sempre opportuno ricorrere al liquidatore, che emetterà prima una circolare impersonale. Quindi, se questa azione non ha effetto, il liquidatore dovrebbe cercare di raggiungere un'intesa diretta con il proprietario rumoroso e trovare la soluzione più pacifica al problema.

3. Invia una notifica scritta

Esauriti tutti i mezzi di intesa amichevole, a prescindere dalle sanzioni previste dalla convenzione o dal regolamento edilizio, è opportuno che il curatore o il vicino leso ne informino per iscritto l'autore del reato che non rispetta la legge del silenzio. È ora consigliabile utilizzare un tono più energico, mostrandoti le conseguenze che potrebbero derivarne.

4. Verificare se esiste la possibilità di una multa

Se il rumore persiste va applicata la sanzione prevista dalla convenzione condominiale. In caso di omissione, provvedere all'inserimento di un elemento che preveda la fissazione di tale penale. Se è prevista una multa, il curatore deve applicarla e riscuoterla.

5. Nel peggiore dei casi, portare giustizia

Esauriti i rimedi interni, rimarrà il rimedio giudiziario per frenare le azioni degli inquilini dannosi per il quartiere o per uno specifico residente. A seconda dei casi, la causa sarà promossa dal condominio, rappresentato dal liquidatore, o dal proprietario danneggiato.

Suggerimento extra:

Sia il proprietario che il proprietario possono presentare un reclamo in base alla legge del vicinato. Il diritto alla sicurezza, alla tranquillità e alla pace sono regole fondamentali. Il tutto a pena di una multa giornaliera che può essere fissata dal giudice finché dura la noia. La procedura civile non annulla il penale, nei casi di violazione del diritto penale. In questo modo, il sovrintendente o la persona direttamente danneggiata può presentare reclamo alla polizia, avvalendosi dei testimoni necessari per farlo.