Problemi con i vicini in quarantena? Sappi cosa fare

Durante la quarantena, la necessità di rimanere a casa ha cambiato il modo di vivere delle persone, che ora trascorrono quasi tutto il loro tempo all'interno delle proprie case. E così, potrebbe anche aver portato alla comparsa di nuovi disaccordi con i vicini.

Lo sviluppo della quarantena in relazione ai vicini

Gran parte delle persone ha iniziato a lavorare da casa. Il telelavoro, o home office, è diventato la nuova realtà per molte persone che avevano bisogno di adattare la propria routine. Compresi bambini e adolescenti, che hanno iniziato a frequentare le lezioni online, attraverso il computer.

Già molti altri hanno iniziato a sviluppare nuove attività, tempo libero o imprenditorialità, anche nelle loro case.

La ricerca di un'altra fonte di finanziamento è diventata un'alternativa per coloro che hanno perso il lavoro, il reddito o le retribuzioni ridotte. Per chi ha deciso di investire nella vendita di cibo, passare le notti a cucinare è diventato una soluzione per gestire tutti gli ordini.

Così, la cucina ha iniziato a essere utilizzata di più e la luce ha iniziato a rimanere accesa fino a più tardi con apparecchi funzionanti senza o quasi senza pausa.

Insegnanti di ginnastica, danza e simili hanno iniziato a registrare live e a tenere lezioni online. Immagina di scegliere le prime ore della giornata per l'esercizio.

Sarte che producono maschere e pigiami in pieno svolgimento, con la macchina da cucire accesa fino all'alba. Questi prodotti sono diventati dei bestseller! Dopo tutto, la fretta dei bambini che giocano o litigano in casa.

Anche la musica più forte è diventata più costante, anche durante la settimana. Le notizie pubblicate dai media, come nel telegiornale Band News del 06/06, indicano l'aumento delle vendite di strumenti musicali - un nuovo hobby per alcuni, ma questo può essere un enorme disagio per altri. Dopo tutto, chi può lavorare al telefono o tenere riunioni rumorose in videoconferenza tutto il giorno?

In tempi di stress, molti problemi possono generare conflitti tra vicini. E tutto a causa della nuova realtà della reclusione. Quindi, controlla ora quali sono le tue opzioni per trattare con i vicini in questo periodo.

Cercare di raggiungere un accordo è il primo passo

La prima raccomandazione per cercare una soluzione al disaccordo dovuto al rumore e ad altri problemi è cercare un accordo. Se ti trovi in ​​quella situazione, mantieni la calma e cerca di entrare in un denominatore

forma armonica.

Chattare, abbinare programmi o limiti di tempo per attività rumorose può essere un modo. Un'altra alternativa è investire nell'adattare l'home office per renderlo più funzionale.

Misure acustiche come rivestimenti isolanti o vetri antirumore possono essere incorporati nella decorazione.

Le autorità locali hanno il potere legale di combattere il rumore dannoso per la pace, in quanto illegale in eccesso. Indipendentemente dall'ora, ma soprattutto dopo le 22:00.

La maggior parte delle regole sul limite di tempo per la tolleranza al rumore sono previste dalle leggi cittadine. Se il vicino reagisce in modo aggressivo o violento al tuo approccio, potrebbe essere necessario chiamare la polizia.

Le regole interne possono stabilire multe

Nei condomini residenziali è importante consultare le norme del Regolamento Interno o Convenzione del Condominio. È probabile che ci siano limitazioni.

In questo caso, chiedere supporto al liquidatore per l'emissione di avvisi collettivi o

circolare a tutti gli inquilini che ricorda le regole. Se non funziona, il vicino che causa il disagio può essere avvisato e persino multato.

Per questo è necessario effettuare una registrazione e la richiesta di notifica da parte del condominio nel Libro Registrazione Reclami. Ogni condominio deve avere uno di questi. I registri possono anche supportare eventuali misure giudiziarie che potrebbero rendersi necessarie.

Saranno inoltre richieste notifiche personali al vicino. Se rifiuta di riceverlo, l'alternativa è inviarlo per posta con avviso di ricevimento e lettera raccomandata.

Qualora né il Regolamento Interno né la Convenzione di Condominio stabiliscano sanzioni per rumore, sarà necessario approvarle in assemblea condominiale. Le multe possono essere riscosse dal condominio nelle azioni di riscossione.

La multa sarà pagata a favore del condominio e non al vicino disturbato. Può essere applicato ogni volta che viene rilevata la violazione della regola. Pertanto, ogni volta che il vicino disturba il rumore eccessivo.

La giustizia potrebbe essere l'unica soluzione

Sia il vicino infastidito che il Condominio, rappresentato dal liquidatore, possono intentare un'azione legale contro il vicino antisociale. Le norme sui diritti di vicinato sono previste dal codice civile. Queste sono regole di base sulla sicurezza, la tranquillità e la pace.

Un giudice può stabilire multe giornaliere per la durata del disturbo. Le multe possono essere addebitate in tribunale e sono considerate debiti con il condominio.

Pertanto, la proprietà può anche essere messa all'asta per il pagamento. Proprio come con le quote scadute. Se il vicino è un inquilino, può essere sfrattato per non aver rispettato le regole del condominio, anche se è in regola con l'affitto.

Samasse Leal

Appassionata di diritto, Samasse Leal è una specialista in diritto dei consumatori, laureata al PUC-Rio. Coautrice e revisore tecnico dell'opera Use the Laws in Your Favour, ha partecipato a diverse edizioni del programma Sem Censura (TVE) e di programmi radiofonici, parlando di diritti per il grande pubblico. Nei quasi 20 anni della sua carriera ha lavorato in grandi studi legali, aziende, un'associazione di tutela dei consumatori e attualmente lavora nell'area investor relations di una multinazionale spagnola.