Settembre giallo: 15 film che si avvicinano al suicidio con sensibilità

Devi parlare di suicidio. Gli esperti sottolineano che nascondere il problema non aiuta a combattere il problema. Nella lotta per la consapevolezza e la prevenzione del suicidio, i film riflettono sul tema e arricchiscono il dibattito.

Settembre giallo: quando la terapia diventa necessaria

Ogni anno ci sono circa 12mila suicidi in Brasile e più di un milione nel mondo . Inoltre, il 17% dei brasiliani ha già pensato di togliersi la vita prima o poi .

Settembre giallo: scopri la campagna che salva vite

Nel mese dedicato all'argomento, abbiamo separato 15 film che affrontano direttamente o indirettamente il suicidio . Dai un'occhiata alle diapositive qui sotto!

divulgazione

1. Le vergini suicide (1999)

Il film racconta lo svolgersi di una famiglia americana della classe media che perde uno dei suoi membri all'età di 13 anni, vittima di un suicidio. Da quel momento in poi, la madre di casa proibisce alle altre figlie di avere qualsiasi contatto sociale fuori casa.

Il film di Sofia Coppola è importante per ritrarre l'inefficacia del provvedimento. Nascondere il tema non è un'opzione.

divulgazione

2. Ragazza interrotta (1999)

Interpretato da Winona Ryder, il film affronta la routine dei pazienti con disturbi mentali - la principale causa di suicidi - in un ospedale psichiatrico.

divulgazione

3. Generazione Prozac (1999)

La depressione è ritratta nel film, dal punto di vista di Elizabeth Wurtzel (Christina Ricci), accettata per studiare ad Harvard mentre si occupava di malattia clinica.

divulgazione

4. Ultimi giorni (2005)

Dall'acclamato regista Gus Van Sant, il film copre gli ultimi giorni di Kurt Cobain, cantante del gruppo rock Nirvana, che si è tolto la vita nel 1994, all'età di 27 anni.

continua a leggere