Come prendersi cura delle orchidee: controlla i suggerimenti per la crescita

Ti sei innamorato della pianta che è nell'immagine principale di questo articolo? Allora che ne dici di coltivarne uno a casa? Forse avrai sentito parlare di orchidee: sono piante che, in natura, crescono principalmente sui tronchi degli alberi. Tuttavia, è anche possibile coltivarli in vaso al chiuso. Scopri di più su come prendersi cura delle orchidee con i suggerimenti di seguito!

Come prendersi cura delle orchidee a casa: alcuni suggerimenti rapidi

Prima di tutto, devi capire che tipo di orchidea hai a portata di mano. Ci sono diverse specie che necessitano di cure particolari, come irrigazione regolamentata, minore esposizione al sole, ecc

Vedi anche: impara come avere il tuo giardino di casa in modo semplice

Pertanto, chiedi sempre o fai una ricerca sulle principali esigenze di un'orchidea prima di acquistarla. Se ne hai vinto uno, scopri se offri le condizioni ideali perché si sviluppi in modo sano.

Quando si acquista un'orchidea di qualsiasi tipo, è necessario prestare attenzione a riutilizzarla in uno spazio più ampio. Questo è necessario, poiché le radici delle specie di orchidee sono grandi. In natura sono esposti, incollati al tronco dell'albero. Se installi un'orchidea in un piccolo vaso, la durata della vita può essere fatalmente breve.

Guarda nel video qui sotto come è possibile prendersi cura delle orchidee durante il riempimento e il re-invasatura:

Prenditi cura della luminosità e dell'irrigazione

In generale, le orchidee possono gestire notevoli quantità di acqua. Ma attenzione: se innaffi con molta acqua, prenditi alcuni giorni per annaffiare di nuovo. Preferire una volta ogni quattro giorni, oppure quando ti accorgi che il supporto è asciutto affondando il dito per 2 cm. Inoltre, evita il piatto sotto le pentole. L'accumulo di acqua sul fondo danneggia anche le orchidee, oltre ad essere un terreno fertile per le zanzare.

Un altro fattore importante per l'irrigazione è che è consigliabile non bagnare le foglie. Questo perché l'accumulo di acqua al centro favorisce la comparsa di funghi o batteri che danneggiano l'orchidea, che può ucciderla.

Scegli anche ore di luce solare miti. I fiori sono sensibili ed esporli troppo al sole può farli bruciare o disidratare. Preferisci orari tra le 9:00 o il tardo pomeriggio, intorno alle 18:00.

Principali tipi di orchidee in Brasile

  • Phalaenopsis

La Phalaenopsis è una delle specie di orchidee più comuni in Brasile (Foto: Photology1971 / iStock)

Uno dei tipi più comuni di orchidea è la   Phalaenopsis , quelli che si trovano ampiamente negli studi medici o nei ricevimenti in generale. Questo tipo di orchidea, chiamata anche orchidea farfalla, viene solitamente coltivata in climi più caldi, ma si comporta già bene con temperature superiori ai 17 ° C. 

Il colore viola è predominante nei tipi più comuni di  Phalaenopsis , ma esistono dozzine di specie dello stesso genere in diversi colori. 

  • Cattleya

I Cattleya sono particolarmente inclini a sviluppare batteri e funghi (Foto Hardt_E / iStock)

Uno dei principali nemici delle orchidee, oltre alle condizioni inadeguate, sono i parassiti. Alcune specie, come Cattleya, sono particolarmente vulnerabili ai parassiti, come i funghi cocciniglia.

Uno dei motivi principali della proliferazione di funghi e batteri a  Cattleya è l'eccessiva umidità. Cerca un ambiente con umidità moderata. Fai attenzione, poiché un ambiente secco è pericoloso anche per le orchidee.

Un altro fattore notevole per la proliferazione dei funghi è la vicinanza ad altre piante, anche altre Cattleya . Cerca di lasciarli in spazi di almeno 35 cm da altre specie.

Anche la fecondazione è un fattore importante. Cerca substrati del tipo NPK 20 20 20 (ricchi di azoto, fosforo e potassio). Posizionare il substrato sul fondo a metà della pentola, installare la piantina e riempire con il resto.

  • Dendrobium

Il Dendrobium è anche una bambola chiamata occhio e adattato ai climi tropicali (Foto: Paula Valle Bargieri / iStock)

Le orchidee  Dendrobium sono anche tipi comuni in Brasile, poiché il clima tropicale favorisce il loro sviluppo. Si chiamano occhi di bambola per la forma dei loro fiori, come puoi vedere nella foto sopra.

Vedi anche: 6 trucchi di giardinaggio e paesaggistica per facilitare il compito di prendersi cura delle piante

Il  Dendrobium  fiorisce solitamente in tarda primavera e all'inizio dell'estate, e solo una volta all'anno. Il substrato è una questione importante per la coltivazione di questa specie. Preferisci substrati ricchi di fosforo, come la fibra di cocco o la corteccia di pino se lo coltivi in ​​vaso.

Se preferisci coltivare questa specie su un albero, preferisci tronchi ruvidi. Le radici del dendrobio trovano più facile aggrapparsi a questo tipo di superficie.

La scelta del vaso e dei substrati

I substrati sono integratori per le piante. Le orchidee, che sono specie sensibili, hanno bisogno di nutrienti speciali per crescere. Pertanto, fai attenzione quando scegli il substrato ideale per il tuo tipo.

Ecco alcuni dei principali substrati consigliati per chiunque sia interessato a come prendersi cura delle orchidee:

  • Carbone di legna: mescolare il carbone al supporto aiuta a trattenere i liquidi e impedisce alle radici di assorbire quantità eccessive di acqua;
  • Corteccia di pino: poiché le orchidee sono piante che crescono principalmente su alberi robusti, la corteccia di pino può simulare questo ambiente naturale grazie alla sua rugosità simile a quella di questo tipo di tronco;
  • Corteccia di pino: è uno dei substrati più comuni per orchidee di diverso tipo, poiché consentono un buon sviluppo delle radici;
  • Fibra di cocco: è un substrato molto utilizzato nelle attività agricole e nelle colture domestiche. La fibra di cocco ha una grande capacità di assorbire l'umidità. In questo modo, umide, le fibre di cocco permettono alle radici delle orchidee di beneficiare dell'acqua quando ne hanno bisogno;
  • Pietre: agiscono anche nel drenaggio del terreno, ma sul fondo dei vasi, dove l'acqua non può essere trattenuta in alcun modo nel caso delle orchidee.

Sapere come prendersi cura delle orchidee passa anche attraverso i vasi. Sono fattori molto importanti per il sano sviluppo delle orchidee. La scelta dipende da alcuni elementi, come il clima, l'umidità nella regione o anche l'ambiente in cui si trova la pianta.

Ci sono alcuni punti importanti, tuttavia, su come prendersi cura delle orchidee in relazione ai vasi. Poiché la fotosintesi viene eseguita attraverso le radici, è preferibile utilizzare vasi di plastica trasparenti. In questo modo, la luce solare può raggiungerli. Evita i piccoli vasi, poiché le radici di solito hanno bisogno di ampi spazi per crescere.