Potassio: a cosa serve? Conosci i tuoi vantaggi

Il terzo minerale più abbondante nel corpo, dopo il calcio e il fosforo, il potassio è un elettrolita. Cioè, una sostanza che assume una carica positiva o negativa quando disciolta nel mezzo acquoso del flusso sanguigno. Quasi tutto il potassio nel corpo si trova all'interno delle cellule. Ma a cosa serve?

Cosa fa il potassio?

Insieme ad altri elettroliti, il potassio viene utilizzato per condurre gli impulsi nervosi. Inoltre, avvia le contrazioni muscolari e regola la frequenza cardiaca e la pressione sanguigna. Controlla anche la quantità di liquido all'interno delle cellule e il sodio regola la quantità all'esterno delle cellule; in modo che i due minerali lavorino insieme per bilanciare i livelli di liquidi nel corpo. Il potassio rende l'organismo in grado di convertire lo zucchero presente nel sangue (glucosio) in glicogeno; una forma di energia immagazzinata che viene mantenuta come riserva dai muscoli e dal fegato.

Sempre più studi hanno dimostrato che le persone che assumono molto potassio dalla loro dieta hanno una pressione sanguigna più bassa rispetto a quelle che ne assumono quantità molto piccole. Questo effetto è vero anche quando l'assunzione di sodio rimane elevata.

Principali vantaggi

Il potassio, attraverso i suoi effetti sulla pressione sanguigna, può anche diminuire il rischio di malattie cardiache e ictus. In uno studio, un gruppo di persone che soffrivano di ipertensione mangiava ogni giorno una porzione di cibi ricchi di potassio. Alla fine dello studio, si sono resi conto di aver ridotto il rischio di ictus fatale del 40%. Un'indagine di 12 anni ha rivelato che gli uomini che ingerivano una quantità minima di potassio avevano due volte e mezzo più probabilità di morire per un ictus rispetto a quelli che ne consumavano la quantità massima. Per le donne con un basso apporto di potassio, il rischio di ictus fatale era quasi cinque volte maggiore.

Quanto hai bisogno?

Non esiste una dose giornaliera raccomandata (IDR). Tuttavia, la maggior parte degli esperti consiglia da 2.000 a 3.000 mg al giorno. Potrebbe essere necessaria una quantità maggiore per controllare la pressione sanguigna.

Frutta e verdura fresca, come banane, arance e patate, sono ricche di potassio. Anche carni rosse, pollame, latte e yogurt sono buone fonti.

Trovato in un'ampia varietà di alimenti, è praticamente impossibile non ottenere abbastanza di questo minerale per svolgere le funzioni corporee di base. Una grave carenza, tuttavia, può verificarsi con chiunque prenda potenti diuretici o soffra di diarrea o vomito estremi. I primi segni di carenza di potassio sono debolezza muscolare e nausea. In caso contrario, i livelli bassi possono causare insufficienza cardiaca.

Ma attenzione! Non assumere integratori di potassio senza consultare il medico se si soffre di malattie renali o si stanno assumendo farmaci per la pressione alta o problemi cardiaci.