Disturbo borderline di personalità: sai di cosa si tratta?

Il Borderline Personality Disorder (TPB) ha come caratteristica principale il costante cambiamento dell'umore e del comportamento.

A chi viene diagnosticato questo disturbo di solito passa da un'emozione all'altra con grande intensità e, spesso, la reazione diventa sproporzionata rispetto all'evento reale.

Gli studi dimostrano che il 2% della popolazione mondiale è affetta da questo disturbo di personalità. Nei casi più gravi, può causare il suicidio dei pazienti.

Secondo l'Associazione Psichiatrica Brasiliana (ABP), in Brasile si registrano ogni anno più di 12mila casi di suicidio e circa il 96,8% di questi casi sono legati a disturbi mentali.

I dati sono molto alti e, quindi, è importante sensibilizzare e fornire aiuto alle persone che soffrono di disturbi mentali.

È importante che questo movimento non avvenga solo durante il mese di settembre, quando la campagna del settembre giallo è più forte nella lotta al suicidio, ma durante tutto l'anno.

Cos'è il disturbo borderline di personalità?

Il disturbo borderline di personalità, noto anche come disturbo borderline di personalità, consiste, come affermato in precedenza, in un cambiamento costante dell'umore e del comportamento durante il giorno.

Di solito colpisce più giovani adulti, che attraversano situazioni stressanti e finiscono per scatenare il disturbo. Tuttavia, le cause possono essere abbastanza varie.

È possibile che i pazienti con diagnosi di borderline sperimentino episodi di gioia, tristezza, depressione e ansia nello stesso giorno. E sono tutti sentimenti in un modo molto profondo.

L'individuo può essere sopraffatto da una gioia contagiosa, ad esempio, quando riceve ottime notizie, ma questo si trasforma improvvisamente in una profonda tristezza, spingendolo ad essere persino aggressivo nei confronti delle persone intorno a lui, se inizia a pensare che qualcuno lo ha ferito.

I disturbi della personalità sono generalmente suddivisi in spettri o gruppi. Sulla base di questo tipo di classificazione, il disturbo borderline rientra nello spettro B, insieme a narcisisti, istrionici e antisociali. Di solito gli individui che fanno parte di questo gruppo sono chiamati "difficili", "drammatici" o "imprevedibili".

Quali sono le cause del disturbo borderline?

Di solito lo sviluppo di questo disturbo è legato a esperienze traumatiche durante l'infanzia, come abuso sessuale, traumi emotivi, bullismo fisico, tra gli altri.

Tutto questo contribuisce alla costruzione di un individuo sempre sulla difensiva e che ha molta paura dell'abbandono, che è anche uno dei sintomi dei pazienti con diagnosi di borderline.

Inoltre, c'è sempre il fattore genetico che può anche contribuire alla comparsa del disturbo. Il borderline non ha una cura provata, ma può essere controllato, con l'aiuto di psicologi e psichiatri e, con ciò, è possibile avere una vita sana e pacifica.

Quali sono i sintomi dei pazienti con il disturbo?

I sospetti più comuni dei pazienti a cui viene diagnosticato un disturbo borderline di personalità sono depressione, ansia o alimentazione incontrollata.

Oltre a questi, possono comparire altri sintomi, come:

  • Paura dell'abbandono: a volte è così forte che l'individuo si isola, prima che gli altri gli facciano questo;
  • Episodi di rabbia estrema: spesso sproporzionati rispetto a quanto sta accadendo nella realtà;
  • Cambiamenti costanti dell'umore: il paziente può oscillare tra ansia, paura, irritazione e insicurezza nella stessa giornata;
  • Sensazione di vuoto: che può essere confusa con la depressione;
  • Comportamento compulsivo: abbandono degli studi durante la notte, alimentazione compulsiva, tra gli altri;
  • Deprezzamento dell'immagine stessa;
  • Comportamento suicidario o di automutilazione: spesso è l'alternativa che gli individui scelgono per “smettere” di provare dolore.

Come viene fatta la diagnosi e qual è il trattamento?

Il modo migliore per avere una corretta diagnosi del disturbo è consultare uno psichiatra o uno psicologo.

È importante effettuare una valutazione approfondita con questi professionisti in modo che possano guidare quali sono i modi corretti per eseguire il trattamento, che può essere fatto con l'aiuto di farmaci.

La diagnosi di questo tipo di disturbo può richiedere più tempo perché può essere confuso con altri, come bipolarità, ansia e persino depressione, a causa dei vari episodi che il paziente può avere nel corso della sua vita.

Disturbo borderline di personalità o disturbo bipolare? Qual è la differenza?

Alcune persone si chiedono quale sia la vera differenza tra TBP e bipolarità, che può essere confusa molte volte.

La prima differenza è che il bipolarità non è un disturbo della personalità, come il borderline, ma un disturbo dell'umore.

I pazienti con diagnosi di questo disturbo sperimentano episodi di mania e depressione, che possono durare per diversi giorni o settimane.

Leggi anche: Cos'è il bipolarismo? Lo psicologo spiega i principali sintomi del disturbo

I pazienti con disturbo borderline di personalità hanno cambiamenti di personalità molto rapidi, che rendono possibile essere felici, tristi, ansiosi e depressi durante lo stesso giorno.

Come aiutare le persone con questo disturbo mentale?

Durante le crisi, l'individuo ha bisogno di sentirsi supportato e amato, e non solo, quindi il sostegno della famiglia e degli amici è molto importante per il trattamento di questo tipo di disturbo.

È importante accogliere, essere comprensivi e, soprattutto, incoraggiare quanto prima la richiesta di aiuto professionale.

Un suggerimento potrebbe essere quello di chiedere aiuto a uno psicologo o psichiatra, parlare della persona nella tua cerchia che presenta i sintomi del disturbo e, quindi, capire qual è il modo migliore per aiutarti non solo durante le crisi, ma anche nel giorno per giorno.