Come sapere se i tuoi sintomi sono influenza o Covid-19

La stagione influenzale in Brasile, che di solito è in inverno, è passata, ma con l'instabilità del tempo all'inizio della primavera questo problema potrebbe continuare ad aggiungersi alla pandemia di coronavirus. Sebbene diversi virus causino influenza e covid-19, i sintomi di influenza e corona possono essere molto simili.

All'inizio di ottobre la pandemia aveva fatto circa 148mila vittime in Brasile; secondo lo United States Center for Disease Prevention (US-CDC), l'influenza uccide da 12 a 61.000 persone all'anno. Per questi motivi, è necessario imparare a distinguere tra sintomi di Covid-19 e sintomi influenzali.

Virus diversi causano ciascuna malattia, ma i sintomi (come febbre, tosse, stanchezza e dolore corporeo) sono molto simili e questo rende difficile sia per i medici che per i pazienti conoscere la differenza tra loro.

Essere in grado di distinguere tra le due malattie è importante perché avrà un impatto su come sarà il trattamento e perché ogni malattia progredisce in modo diverso. Per questi motivi è importante che tu sappia cosa è simile e cosa è diverso nei sintomi del Covid-19 e dell'influenza.

Quali sono i sintomi di Covid-19

Sebbene i sintomi dell'influenza e del covid-19 non siano così diversi, uno studio pubblicato ad agosto sulla rivista Frontiers in Public Health suggerisce che l'ordine in cui compaiono i sintomi può aiutare le persone a differenziarli.

Gli autori hanno analizzato i dati dell'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) di quasi 56.000 pazienti con Covid-19 e, utilizzando un modello basato sull'algoritmo di Google, hanno previsto che l'ordine in cui apparivano i sintomi fosse leggermente diverso nel Covid per l'influenza . Lo schema era lo stesso, non importa quanto fossero gravi i casi.

Lo studio ha rilevato che il Covid-19 ha maggiori probabilità di iniziare con la febbre (come altre malattie legate al coronavirus), poi con la tosse e infine con nausea / vomito e diarrea.

I ricercatori si sono concentrati su questi quattro sintomi perché erano i più semplici da seguire, tuttavia hanno effettuato analisi extra su mal di gola, dolori muscolari e mal di testa, che le persone sperimentano tanto quanto un sintomo di Covid o l'influenza.

Febbre

Il primo sintomo che compare è anche il più comune tra i pazienti di Covid, segnalato da quasi il 90%. Può iniziare come una febbre bassa (37ºC) che peggiora nel tempo o che scompare e riappare. Coloro che hanno la febbre per altre malattie e la febbre per Covid-19 di solito hanno anche i brividi.

Tosse

Secondo uno studio, la tosse è il secondo sintomo a comparire e, secondo i dati dell'Organizzazione mondiale della sanità, è il secondo sintomo più comune, che colpisce i due terzi dei casi. La tosse di Covid-19 è solitamente secca.

Mal di gola, dolore al corpo e mal di testa

Secondo lo studio di Frontiers , questi sintomi erano i più probabili a comparire dopo, ma erano molto meno frequenti dei primi due. Secondo un rapporto dell'OMS, circa il 14% dei pazienti con Covid-19 ha riportato questi sintomi.

Nausea e vomito

Non tutti i pazienti covid manifestano nausea o vomito, ma i ricercatori hanno scoperto che se compaiono questi sintomi, di solito è dopo l'inizio della febbre e della tosse.

Uno studio pubblicato sull'American Journal of Gastroenterology nell'aprile di quest'anno ha rilevato che le persone con sintomi digestivi (non solo nausea, vomito e diarrea, ma anche mancanza di appetito e dolore addominale) erano comuni e l'incidenza aumentava con la gravità della malattia.

Diarrea

Un altro sintomo non così comune di Covid-19, la diarrea è solitamente l'ultimo sintomo a comparire. La diarrea come sintomo preoccupa gli specialisti in malattie infettive: le persone con sindrome respiratoria mediorientale (MERS) - emersa in Arabia Saudita nel 2012 - che hanno sviluppato la diarrea quando il primo sintomo si è evoluto in una forma più grave della malattia. Tuttavia, non è ancora noto se questo sia il caso del coronavirus.

Perdita di odore e gusto

Si stima che dal 65 all'80% dei pazienti covid-19 perderà il senso del gusto e dell'olfatto. È difficile che questi sintomi si manifestino con l'influenza, sebbene sia possibile con altri virus. La perdita del gusto e dell'olfatto è preoccupante e può passare mesi senza tornare.

Sintomi influenzali

Lo schema dei sintomi del virus influenzale e del virus Covid-19 è lo stesso, tranne per una differenza fondamentale: l'ordine in cui compaiono i primi due sintomi è invertito. I pazienti influenzali spesso iniziano a tossire, seguita da febbre e poi sintomi gastrointestinali.

Tosse

I sintomi influenzali, inclusa la tosse, compaiono solitamente entro uno o quattro giorni dall'infezione. Con Covid-19, la tosse e altri sintomi possono comparire da due a 14 giorni dopo l'infezione.

Febbre

Nell'influenza, la febbre può raggiungere i 39ºC o i 40ºC; di solito si attenua da tre a sette giorni, ma la tosse può durare per più di due settimane. Allo stesso tempo possono insorgere mal di testa e mal di gola. E il mal di testa è più comune per il virus dell'influenza rispetto al virus Covid-19.

Nausea, vomito e diarrea

I bambini spesso sperimentano nausea, vomito o diarrea come sintomi simil-influenzali rispetto agli adulti.

Naso che cola e chiuso

Entrambi i sintomi sono abbastanza incompatibili con il covid-19, ma abbastanza comuni nel caso dell'influenza. Lo stesso vale per lo starnuto, che è anche più associato all'influenza rispetto al Covid-19.

Come prevenire l'influenza

La prima precauzione è ottenere il vaccino antinfluenzale. Non solo protegge diversi tipi di influenza, ma riduce anche la gravità della malattia se la prendi. Secondo i medici, esiste una correlazione tra i pazienti morti di influenza e quelli che non erano stati vaccinati.

Quest'anno la campagna di vaccinazione è già iniziata, ma è ancora possibile ottenere il vaccino antinfluenzale. Il vaccino antinfluenzale deve essere assunto ogni anno, a causa della variazione genetica del virus.

Se lo hai preso l'anno scorso, non sei immunizzato per i tipi circolanti quell'anno. La cosa migliore da fare è prenderlo il prima possibile presso i centri sanitari.

Il vaccino antinfluenzale può darci una protezione extra

Uno studio brasiliano (non ancora sottoposto a revisione paritaria) ha rilevato che i pazienti con Covid-19 che hanno ricevuto il vaccino antinfluenzale avevano l'8% in meno di probabilità di dover andare all'Unità di terapia intensiva rispetto a quelli che non lo facevano.

Si è anche scoperto che avevano il 18% in meno di probabilità di aver bisogno di ventilazione meccanica e il 17% in meno di probabilità di morire. Perché? Nel preparare il sistema immunitario a combattere il virus influenzale, hanno ipotizzato alcuni ricercatori, il vaccino migliora anche la tua immunità per proteggerti anche dal Covid-19.

Una nota importante sui vaccini: avere un vaccino antinfluenzale non interferisce con la sicurezza o l'efficacia di un vaccino per Covid-19 quando è disponibile.

Come prevenire il Covid-19

Non esiste ancora un vaccino per Covid-19, quindi la migliore forma di prevenzione è indossare una maschera, mantenere le distanze sociali e lavarsi le mani frequentemente (preferibilmente con acqua e sapone).

In realtà, tutte queste misure sono doppiamente vantaggiose. Mettendoli in pratica e riducendo la diffusione del Covid-19, si riducono anche l'influenza e le trasmissioni fredde.

Se sei malato, resta a casa. Quest'anno è fondamentale che chi ha sintomi non esca di casa per non trasmetterlo a nessun altro.

Comprendi come gli occhiali da indossare ogni giorno possono aiutare a proteggerti dal Covid-19

Cosa fare in caso di sintomi

Se hai l'influenza o i sintomi di Covid-19, fissa un appuntamento (o un teleconsulto) con il tuo medico in modo da poter essere esaminato. Lui o lei può ordinare un test per Covid-19, per l'influenza o entrambi, e questo è l'unico modo per sapere veramente se sei infetto.

Non ci sono molti trattamenti disponibili per nessuna delle due malattie, ma i medici hanno alcune opzioni nell'arsenale. Se assunto entro i primi due o tre giorni dai sintomi influenzali, il farmaco antivirale Tamiflu può ridurre la durata dei sintomi.

Per Covid-19, alcuni farmaci hanno richiamato l'attenzione (l'antivirale Remdesivir è uno di questi) perché prometteva di diminuire la gravità della malattia e la mortalità.