Giornata mondiale del lupus: conosci la malattia

Lupus significa "lupo" in latino e, presumibilmente, ha quel nome a causa delle lesioni sulla pelle che assomigliavano a morsi di lupo. È una malattia autoimmune sistemica: “sistemica” perché può interessare qualsiasi parte del corpo o tutto il corpo e “autoimmune” perché è causata dal sistema immunitario troppo zelante, che attacca i tessuti normali e sani.

In quanto malattia cronica e poco conosciuta, la Federazione mondiale del lupus ha creato la Giornata mondiale del lupus, celebrata oggi, 10 maggio, per sensibilizzare le persone e le organizzazioni sulla malattia e sulle sfide vissute dai pazienti.

Sebbene non esista una cura, la diagnosi precoce e il trattamento precoce portano a meno danni al corpo e di conseguenza a un minor rischio di complicanze. Ulteriori informazioni sulla malattia di seguito.

Quali sono i sintomi del lupus?

I vari effetti del lupus dipendono dal bersaglio del sistema immunitario (che può essere la pelle e / o gli organi interni) e rendono difficile la diagnosi. Uno dei suoi indicatori più caratteristici è l'eritema, una macchia rossa sulla pelle a forma di farfalla che copre le guance e la parte superiore del naso, che compare solo in un terzo dei pazienti.

Altri sintomi sono la sensibilità al sole con lesioni cutanee che possono staccarsi e lasciare cicatrici; ulcere alla bocca o al naso; malessere; fatica; dolori articolari; dolore muscolare; mancanza di respiro; e gli occhi asciutti. La maggior parte dei sintomi va e viene in periodi di malattia attiva (crisi) e remissione.

Quali sono le cause?

La predisposizione al lupus è ereditaria e, forse perché coinvolge ormoni sessuali e cromosomi, le donne sono nove volte più colpite degli uomini.

Inoltre, in generale, i fattori esterni possono causare crisi della malattia. Questi fattori scatenanti vanno dai raggi ultravioletti del sole allo stress, infezioni (come l'herpes zoster o il comune raffreddore) e alcuni farmaci (come i sulfamidici).

Alcuni casi del cosiddetto "lupus indotto da farmaci" scompaiono quando si interrompe l'assunzione del medicinale. Gli altri casi devono essere gestiti per tutta la vita.

Cosa fare?

Se ti è stato diagnosticato il lupus, proteggiti dal sole con creme solari e altre misure, smetti di fumare e cerca di ridurre l'esposizione ad altri fattori scatenanti. Quando si verificano crisi, i farmaci prescritti da medici come antimalarici, corticosteroidi e farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS) possono controllarli. Le lesioni cutanee possono anche essere trattate con creme o iniezioni specifiche.

"Dobbiamo calmare rapidamente il lupus per ridurre al minimo la probabilità di danni", afferma il dottor David Isenberg, autore principale delle linee guida per il controllo del lupus pubblicate dalla British Society of Rheumatology.

I farmaci hanno i loro effetti dannosi (come problemi digestivi con uso prolungato di FANS, osteoporosi causata da steroidi) quindi il reumatologo dovrà ideare un piano su misura con un buon equilibrio tra protezione e danno. È inoltre necessario programmare esami regolari per trattare tempestivamente le complicazioni che si presentano.

Il lupus deve essere preso sul serio, ma con un monitoraggio regolare, rispetto del trattamento, supporto emotivo e uno stile di vita sano, le probabilità sono a tuo favore.

Di SAMANTHA RIDEOUT