Nella competizione tra banche digitali e banche al dettaglio, hai vinto!

Conosci i servizi delle banche digitali? Non hanno servizi faccia a faccia o agenzie fisiche. Questo è il motivo per cui sono note anche come "banche virtuali". Dall'apertura del conto agli investimenti, passando per il servizio clienti, tutte le relazioni con i clienti avvengono tramite applicazioni o siti web. Con ciò promettono di risolvere problemi come:

  • Burocrazia al servizio delle banche tradizionali al dettaglio;
  • Rami affollati, con lunghe file e lungo servizio;
  • Elevati costi dei servizi tradizionali come le tariffe dei pacchetti di servizi e le commissioni delle carte di credito. Alcuni offrono servizi completamente gratuiti;
  • Mancanza di trasparenza e obiettività da parte dei dirigenti;
  • Investimenti con una migliore redditività, tassi più bassi e più adatti ai profili dei clienti. È comune vedere migliori opzioni di investimento nelle istituzioni più piccole (banche e broker);

Le banche digitali di solito offrono pacchetti di conto corrente senza commissioni . Di solito non mirano alla segmentazione in base al profilo di reddito. Pertanto, di solito non c'è differenziazione nel servizio clienti a causa del loro reddito.

Un altro prodotto campione di accettazione nelle banche digitali sono le carte di credito senza canone annuale . Possono anche offrire servizi come investimenti, assicurazioni, consorzi e prestiti, con commissioni e costi più bassi e trasparenti. L'obiettivo è rendere molto chiaro cosa stai assumendo e quanto stai pagando.

La concorrenza favorisce l'intero mercato dei consumatori. Il numero di banche digitali e piattaforme di pagamento è in aumento. Adesso sono più di venti. Di conseguenza, la concorrenza per attirare i clienti si traduce in un'evoluzione di questi servizi.

Guarda le caratteristiche principali di alcuni di quelli più tradizionali:

Agibank

Ha già più di 1 milione di clienti;

Banca originale

Pioneer, ma non è gratuito. Esenzione tariffaria solo per coloro che investono da R $ 100 mila;

Banco Inter

Nessuna commissione anche sulla rete bancaria 24h. Primo ad avere azioni negoziate in Borsa - B3);

C6bank

Rivolto a clienti ad alto reddito;

Sofisa Direct

Consente investimenti in reddito fisso da R $ 1,00;

Neon

Deposito minimo di R $ 25,00 per aprire il conto senza analisi del credito e dispone di un'applicazione di gestione finanziaria;

Pagseguro

Nata come piattaforma di mezzi di pagamento, si concentra su piccole imprese e imprenditori;

Mercato libero (mercato a pagamento)

La piattaforma dei rivenditori Internet si è evoluta per offrire servizi finanziari. Ha lo scopo di creare un account digitale, un conto stipendio e offrire prestiti.

Nubank

Non è una banca, ma sta per diventarlo. Conto digitale e carta di credito gratuiti. Il piano di vantaggi della carta a pagamento è opzionale;

I clienti possono modificare il profilo di vendita al dettaglio

Quando le persone conoscono queste nuove opzioni e le scelgono a frotte, le banche tradizionali possono perdere clienti. Con ciò, cercano di adattarsi a questo nuovo profilo di consumatore e modificare i loro pacchetti. Vedi di seguito che le banche offrono già opzioni digitali, ma a un costo. Chi vince sono tutti i titolari di account collettivamente. Ma i consumatori devono fare la loro parte esigendo un nuovo atteggiamento dalle banche. Dimostra solo che non devi pagare di più per servizi che sono anche disponibili gratuitamente.

Servizi bancari digitali al dettaglio. Ce l'hanno anche loro!

Per non restare indietro, attente alla concorrenza e al nuovo profilo di clientela, alcune banche hanno lanciato servizi digitali. Vedi alcuni di loro:

  • BB Digital è la versione digitale del Banco do Brasil per i clienti che non utilizzano la filiale. Non è gratuito;
  • Bradesco ha creato Banco Next. Ho scambiato un account gratuito (Digiconta), ma è stato interrotto;
  • Itaú Unibanco ha lanciato un conto corrente online. I clienti con un profilo di utilizzo del servizio esclusivamente su Internet vengono migrati sulla piattaforma senza un'agenzia fisica. La banca ha anche avuto un conto digitale gratuito, iConta, ma è stato anche interrotto;
  • Santander offre il conto corrente SuperDigital, anch'esso non gratuito;

Con le banche virtuali, è diventato più facile chiedere al gestore della banca di rinunciare alla commissione sulla carta di credito. Anche la negoziazione della tariffa per i pacchetti di servizi è diventata più concreta. Secondo la risoluzione 3.919 della Banca centrale, alcuni servizi che costituiscono i panieri più elementari non possono più essere addebitati; e questo dal 2010. Per chi non apprezza un'agenzia di lusso o non utilizza i servizi del segmento differenziato, non ha senso pagare di più. Tuttavia, anche questi clienti possono chiedere alle banche tradizionali esenzioni dalle commissioni. Non vorranno perdere i clienti che classificano come differenziali!