Sindrome del tunnel carpale: cause, sintomi e trattamento

La conduttrice Ana Maria Braga, ha rivelato lunedì (26), durante Mais Você, di essere stata operata alla mano destra nel fine settimana per curare la sindrome del tunnel carpale.

Con la mano fasciata per il recupero, la conduttrice ha detto che aveva dolore alla mano da quasi un mese. "Ho sentito un dolore molto forte, sono stati circa 20 giorni, un formicolio con una sensazione di bruciore, ma un dolore ... sono andato dal medico per indagare, ci è voluto un po 'per scoprirlo ed è qualcosa con uno strano nome, chiamato sindrome carpale" disse Ana.


Attenzione:

Per avere la diagnosi corretta dei tuoi sintomi e fare un trattamento efficace e sicuro, chiedi consiglio a un medico.


Cos'è la sindrome del tunnel carpale?

Abbiamo tutti una specie di "tunnel" nella regione del polso. È attraverso questo “tunnel” che passa il nervo mediano - responsabile del controllo della sensibilità del palmo e delle dita - e dei tendini che ci permettono di piegare le dita e il polso. La sindrome del tunnel carpale consiste nella compressione del nervo mediano.

I movimenti costanti e ripetitivi della mano (trattenere, torcere e girare), specialmente quando implicano vibrazioni (come quando si usano tastiere di computer, martelli, utensili elettrici o alcuni strumenti musicali), possono causare edema tendineo, restringimento del tunnel e

pizzicando il nervo mediano.

Leggi anche:

  • Lesione da sforzo ripetitivo: cause, sintomi e trattamento
  • 7 modi per evitare lesioni da sforzo ripetitivo (RSI)
  • Borsiti e tendiniti: conosci i sintomi e le cure

Quali sono i sintomi della sindrome del tunnel carpale?

Come la conduttrice ha riferito nel suo programma, la sindrome del tunnel carpale non compare dall'oggi al domani. In generale, inizia con formicolio alla punta delle dita e intorpidimento della mano. A causa di questi sintomi, molte persone credono che sia un problema di circolazione e, quindi, la diagnosi potrebbe richiedere tempo.

I principali sintomi dei problemi del tunnel carpale sono:

  • Dolore o intorpidimento alle dita e alle mani;
  • Dolori acuti al polso e all'avambraccio;
  • Difficoltà a chiudere la mano o tenere piccoli oggetti.

Come viene trattata la sindrome del tunnel carpale?

Il trattamento della sindrome del tunnel carpale dipenderà dal grado della malattia. Quando è in fase avanzata, la chirurgia per il rilascio meccanico del tunnel è il trattamento più indicato dai medici. In grado lieve, si raccomandano fisioterapia, farmaci e agopuntura.

Trattamento farmacologico

Il trattamento farmacologico inizia con un antinfiammatorio non steroideo, come l'ibuprofene o il naprossene sodico, venduto senza prescrizione medica. Se ciò non riduce il dolore e il gonfiore, il medico può prescriverti un antinfiammatorio più forte o un corticosteroide, come il cortisone.

I corticosteroidi vengono solitamente iniettati nel polso, ma una nuova tecnica, chiamata ionoforesi, utilizza una corrente elettrica per introdurre molecole del farmaco attraverso la pelle e nel tunnel carpale. È meno doloroso di un'iniezione, ma può anche essere meno efficace.

Trattamento chirurgico

Se gli approcci meno conservativi falliscono ei sintomi della sindrome persistono per un anno o più, può essere necessaria una forma di intervento chirurgico chiamato rilascio del tunnel carpale per alleviare la compressione del nervo mediano.

La procedura più comune prevede il sezionamento del legamento carpale trasverso, una fascia di tessuto duro che forma un lato del tunnel carpale. Quando la chirurgia viene eseguita per endoscopia, piccole incisioni consentono ai medici di operare utilizzando un dispositivo telescopico, con una piccola telecamera TV collegata, che consente loro di vedere e operare all'interno del tunnel carpale.

Trattamenti alternativi

Agopuntura

Il National Institute of Health degli Stati Uniti afferma che l'agopuntura, se combinata con il trattamento medico, aiuta ad alleviare il dolore nella sindrome del tunnel carpale.

Yoga

Poiché lo yoga allunga e rafforza le articolazioni della parte superiore del corpo, può anche aiutare a curare la sindrome. Secondo uno studio pubblicato sul Journal of the American Medical Association, i pazienti che praticavano lo yoga avevano meno sintomi rispetto a quelli che indossavano stecche ai polsi o non si erano sottoposti a nessun trattamento.

Chiropratica

I chiropratici aiutano i pazienti con sindrome del tunnel carpale manipolando articolazioni disallineate o rigide per alleviare la pressione sul nervo mediano. Vengono apportate regolazioni alle aree interessate dal nervo mediano: polso, braccio, spalla e collo.