Prendi la vita come un ... Dormi

Le persone con sonno leggero sono i migliori   tipi di persone.

Non lo dico perché lo sono.

Al contrario, conosco molte brave persone che non lo sono.

Ma riconosco il mio valore.

Sono sempre stato Sono Leve: mi svegliavo al minimo rumore.

Una volta, quando ero bambino, dormendo ho sentito le zampe avvicinarsi di soppiatto sul cuscino.

Mi sono svegliato e mi sono imbattuto in uno scarafaggio. Dopo quel giorno, ho dormito con mia madre per una settimana.

Deve essere un sonno molto leggero per svegliarsi con le gambe di uno scarafaggio.

Ma quello che voglio dire è: Sono Leve le persone hanno maggiori probabilità di rispettare lo spazio dell'altro.

Sono Ph.D. in empatia.

Hai mai visto un sonno leggero mettere musica ad alto volume al mattino quando ti svegli e mentre altri umani dormono?

Mai!

Perché sanno che, oltre ad essere troie a svegliare altre persone - in ogni modo - non lo farebbero mai, nemmeno da sole.

Nemmeno ai vicini piace disturbare.

Sono Leve camminano come piume dentro casa.

Quando vanno in bagno, niente può fare rumore. Se potessero, anche la doccia sarebbe silenziosa.

Se le comunicazioni potessero essere fatte usando le espressioni facciali, fantastico, non vorrebbero nemmeno comunicare così tanto.

Parla, solo a bassa voce.

Ciò non significa che Heavy Sleep non abbia il suo valore.

Dormono come angeli, il che fa invidia enorme a chi si sveglia alla prima goccia di pioggia che colpisce la finestra.

Le persone che dormono pesante sono meno stressate perché dormono anche con il lavoro in corso.

Generalmente, i dormienti leggeri frequentano il sonno pesante, ma non lo sanno.

E pensano che il loro partner sia proprio come loro, ma non lo è mai.

È una guerra di convivenza.

Ma quando un simile ne incontra un altro, è una gioia, come i fratelli che non si vedono da molto tempo.

Il fatto è che il sonno leggero e il sonno pesante sono distribuiti come gli Illuminati.

E saper convivere con l'uno e l'altro è un'arte.

Perché tutti abbiamo dei difetti. La grande difficoltà è definirsi come l'uno o l'altro e sapere come affrontare differenze e limiti.

Ma siamo d'accordo, è sempre meglio lasciare la musica ad alto volume per quando tutti sono svegli.

Marina Estevão

Laureata in giornalismo al PUC-RJ, la sua passione è scrivere di ciò che vive, di ciò che vede e di ciò che sente. Dopotutto, ogni storia ha diversi aspetti, ciò che cambia è il modo di raccontarla, sempre di buon umore.