Dolore al piede negli anziani: cosa può essere e come trattarlo

Può essere difficile identificare la causa del dolore ai piedi negli anziani. Le tendinopatie, come le tendiniti, diventano più comuni con l'età perché i tendini perdono flessibilità nel corso degli anni. Il trattamento è difficile. "Riposo, ghiaccio e massaggi aiutano", dice il professor Hylton Menz. "Evita la chirurgia, se possibile."

A volte, il dolore può essere attribuito a deformità come l'alluce valgo. Altre volte, i problemi ai piedi sono il primo segno di una malattia grave, come il diabete o l'artrite reumatoide.

"Ci sono cambiamenti fisiologici nei piedi [degli anziani], nella pelle, nei tessuti molli, nei muscoli, nei nervi e nel flusso sanguigno". dice Menz, che insegna podologia alla LaTrobe University in Australia.

“A tutte le persone anziane dovrebbe essere consigliato di esaminare regolarmente i propri piedi per vedere se ci sono cambiamenti di colore, temperatura, sensazione o forma. Se noti dei cambiamenti, cerca un professionista della salute ”, dice Menz.

Scopri di seguito, i problemi più comuni che interessano i piedi degli anziani:

Dolore ai piedi legato all'artrosi

L'artrosi (o artrosi) ai piedi, alle caviglie o all'alluce può causare dolore quando si cammina. Secondo lo studio “Current Scenario and Trends in Osteoarhritis in Brazil”, nel 2012 quasi 10 milioni di brasiliani (circa il 5% della popolazione) soffrono di artrosi.

Ma la popolazione anziana oggi non deve affrontare i dolori ai piedi legati all'artrosi. I nati negli anni '50 sono stati così attivi per tutta la vita che cercano cure per continuare a muoversi.

Il primo trattamento consigliato dai reumatologi sono farmaci antinfiammatori non steroidei e scarpe speciali. "Il trattamento conservativo viene eseguito con scarpe ortopediche personalizzate", afferma Biscontini, podologo presso l'Università di Perugia. "Quando il trattamento conservativo non funziona, dovrebbe essere preso in considerazione un intervento chirurgico".

Nuovi trattamenti per l'osteoartrosi grave possono aiutare i pazienti a rimanere attivi. "Non esiste una procedura unica e accurata che funzioni per tutti", afferma il dott. Matthew G. Garoufalis, portavoce della Federazione internazionale dei podologi, con sede a Parigi. “In molti casi, le iniezioni possono alleviare il disagio e aumentare la mobilità. A volte è uno steroide, ma ora stiamo usando fattori di crescita o membrane amniotiche. Il trattamento è molto utile per ridurre il dolore e aiutare a tornare a una normale routine. "

Dolore correlato all'età

Alcuni problemi ai piedi non possono essere attribuiti alla malattia; sono comuni negli anziani, come le cadute. "Se l'equilibrio fallisce, forse i piedi sono la causa", dice Garoufalis. I dati del Ministero della Salute indicano che un terzo degli anziani brasiliani subisce una caduta ogni anno.

Gli studi dimostrano che il tai chi può prevenire le cadute negli anziani perché migliora l'equilibrio, la deambulazione e la forza fisica.

L'uso di calze per imbottire meglio i piedi o di scarpe ortopediche, soprattutto quelle che ospitano bene il tallone, possono migliorare l'equilibrio e ridurre il dolore.

I borsiti causano anche dolore quando si cammina. Sono comuni negli anziani, specialmente nelle donne. A volte, le scarpe speciali aiutano. Altre volte, invece, è necessario un intervento chirurgico.

"La chirurgia è dettata dal dolore", dice Garoufalis. “Quando il dolore costringe il paziente a cambiare le sue attività quotidiane, è probabilmente il momento di risolverlo. Ci sono oltre un centinaio di diversi interventi chirurgici all'alluce valgo ".

Ma è necessario prendere sul serio gli interventi chirurgici. Il dolore può durare da pochi giorni a sei settimane dopo la procedura e il recupero varia da un mese e mezzo a un anno. Ci sono dei rischi e il problema può ripresentarsi dopo l'operazione.

Un altro tipo di dolore ai piedi può essere causato dal sovrappeso, che provoca una maggiore pressione sulle articolazioni. Gli studi dimostrano che le persone obese sentono più dolore ai piedi rispetto alle persone magre, soprattutto al tallone.

"L'agopuntura è solo uno dei possibili trattamenti", afferma Garoufalis. "Le ortesi possono ridistribuire meglio il peso sulla pianta del piede, e c'è anche la terapia con iniezioni, compreso il cortisone". Ma il sollievo può essere di breve durata, se l'eccesso di peso non viene risolto.

Dolore ai piedi legato alla circolazione

Alcuni uomini notano che con l'avanzare dell'età i peli delle caviglie scompaiono. Sebbene i calzini stretti siano un possibile fattore, è più probabile che ci sia un problema circolatorio.

"La mancanza di capelli può essere un segno di debole flusso sanguigno al piede o debole flusso venoso lungo la gamba". Quando invecchiamo, il sangue circola meno efficacemente e limita il flusso nei piedi. Fare stretching, camminare, sollevare i piedi ogni volta che ti siedi e massaggiarli aiuta.

“L'attività ha un ruolo fondamentale”, garantisce Garoufalis. "Se non rimaniamo attivi, il muscolo del polpaccio non può pompare efficacemente il sangue al cuore".

Una comune malattia vascolare legata all'età, chiamata malattia arteriosa periferica (PAD), può limitare il flusso sanguigno alle estremità.

In combinazione con la neuropatia diabetica (intorpidimento dovuto a lesioni neurologiche), provoca ulcere del piede, tagli che richiedono tempo per guarire e lesioni che non si notano e finiscono per infettarsi gravemente.

Fortunatamente, esistono trattamenti efficaci per la PAD. Alcuni migliorano con i cambiamenti dello stile di vita o con i farmaci. Per altri, un'anastomosi arteriosa è necessaria per creare una connessione tra le arterie o un'angioplastica per sbloccarle. Recentemente, anche la terapia con cellule staminali è diventata un'opzione.

Dolore ai piedi legato al diabete

Secondo la Brazilian Diabetes Society, 13,5 milioni di brasiliani hanno la malattia. A volte i problemi ai piedi sono il primo sintomo. "Le sensazioni iniziano a svanire", dice Garoufalis, "e si verificano cambiamenti nelle unghie o nella pelle".

Le ulcere del piede sono una grave complicanza del diabete e richiedono un trattamento medico rapido. Circa due terzi delle amputazioni del piede sono causati da ulcere e altri problemi legati al diabete e tenere d'occhio i piedi aiuta a prevenire l'amputazione.

“Esamina i tuoi piedi e adotta buone procedure igieniche. Se non puoi farlo da solo, chiedi aiuto. Ottenere assistenza medica il prima possibile se compaiono ulcere ", afferma il dottor Kristien Van Acker, della International Diabetes Federation.

Tradizionalmente, i medici trattano le ulcere del piede assicurandosi che non ci siano infezioni o problemi circolatori e quindi sbrigliare (rimuovendo chirurgicamente il tessuto morto), vestendosi e rimuovendo la pressione sui piedi, a volte con stivali speciali. Recentemente, ricercatori italiani hanno scoperto che l'iniezione di un peptide specifico può raddoppiare la velocità di guarigione.

"La maggior parte cerca aiuto troppo tardi", si lamenta il dottor Kristien. “Se il paziente continua a camminare con l'ulcera, premendola, anche con i prodotti scientifici più recenti non avremo successo. Possiamo ridurre il numero di amputazioni dell'80% se i pazienti vengono indirizzati a specialisti del piede entro due settimane ".

Di LISA FIELDS